Strumenti

I tre Comuni hanno ottenuto il finanziamento della regione per ampliare la rete di sorveglianza attraverso 23 telecamere fisse e 3 mobili. Presto al via i lavori, che dovranno concludersi entro il 31 agosto. Soddisfazione dei sindaci Tardani, Cottini e Legati e dei comandanti della polizia locale Tosoni e Soggiu.

Il contributo della Regione Lombardia è stato ufficialmente assegnato: in ottobre arriveranno 80.000 euro, il massimo possibile, per implementare la rete di controllo sul territorio di Lonato del Garda, Bedizzole e Calcinato, una superficie di quasi 130 km2 per circa 40.000 abitanti. I tre comuni nei mesi scorsi avevano firmato un “patto per la sicurezza” della durata di dodici anni con la condivisione di risorse umane e strumentali: alla convenzione intercomunale per il servizio di Polizia locale, già sperimentata precedentemente da Lonato e Bedizzole, si era aggiunto - in via sperimentale per i prossimi tre anni - Calcinato, con l’obiettivo di costruire un unico ponte radio e coordinare la videosorveglianza.

L’interconnessione delle radio ricetrasmittenti è già operativa, mentre a breve sarà accresciuta la rete di videosorveglianza. L’assegnazione del contributo regionale consentirà ai comandi di Polizia locale, diretti da Patrizio Tosoni (Lonato e Bedizzole) e Roberto Soggiu (Calcinato), di disporre di nuova tecnologia e mezzi sempre più all’avanguardia per garantire ulteriore sicurezza ai propri cittadini.

Il progetto, del valore complessivo di 275mila euro, prevede venti portali di lettura targa (di cui tre composti da due telecamere) per rilevare i mezzi in transito su entrambi i sensi di marcia. In totale, quindi, stanno per essere installate 23 videocamere, più tre telecamere mobili, che al passaggio di auto sospette segnaleranno l’anomalia in tempo reale ai comandi della Polizia locale e dei Carabinieri, in modo che la prima pattuglia in zona possa intervenire.

Le novità sono state illustrate ieri in una conferenza stampa cui erano presenti i sindaci Roberto Tardani (Lonato) e Giovanni Cottini (Bedizzole), l’assessore lonatese alla sicurezza Roberto Vanaria e i comandanti della polizia locale Patrizio Tosoni (Lonato-Bedizzole) e Roberto Soggiu (Calcinato). Il sindaco e l’assessore alla sicurezza di Calcinato, Marika Legati e Stefano Vergano, non erano presenti, ma hanno inviato una dichiarazione.

Tardani esprime soddisfazione per il contributo regionale: «Siamo stati tra i primi comuni ad applicare la legge regionale 6/2015 e la vincita del bando ci invita a continuare sulla strada intrapresa». Gli fa eco Cottini: «Anche l’amministrazione di Bedizzole è molto soddisfatta per il finanziamento. La collaborazione sta dando i suoi frutti e ci auguriamo che questo sia solo un primo passo, visto che il tema sicurezza è molto sentito dai cittadini». Marika Legati in una nota manifesta lo stesso compiacimento: «Siamo molto felici per la sinergia creatasi e per il lavoro condiviso. Ci auguriamo che l’ingresso graduale di Calcinato nella convenzione porti a una più stretta coesione tra i nostri comandi, sempre a beneficio e a tutela della sicurezza di tutti».

Giovanna Gamba