Strumenti

Come ormai consuetudine, la Questura e in particolare l’Ufficio Immigrazione presentano nel fine settimana il bilancio dell'attività degli ultimi giorni.

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio messa in campo nei giorni scorsi dalle forze di Polizia, sono stati rintracciati a Brescia e provincia, numerosi cittadini extracomunitari irregolari sul Territorio Nazionale e gravati da precedenti di polizia. Tali  provvedimenti, sono stati  adottati per motivi di ordine e sicurezza pubblica a causa della  pericolosità sociale di alcuni di questi soggetti.

Gli espulsi di questa settimana sono cinque di cui: 3 trattenuti presso C.P.R. e 2 con esecuzione immediata alla frontiera.

Trattenimento presso C.P.R. - 11.05.2019

U.H. nato il 02.08.1983 in Kossovo, identificato a mezzo di copia passaporto, fermato da personale del Distaccamento Polizia stradale di Salò durante un normale controllo autovettura. Il soggetto era già destinatario di Decreto di annullamento del Permesso di Soggiorno emesso dal Questore di Brescia il 21.10.2016 notificato all’interessato il 24.10.2016. Già destinatario di provvedimento di espulsione emessa dal Prefetto di Bergamo il 17.08.2017 con le misure alternative al trattenimento della consegna del passaporto e dell’obbligo della presentazione presso la Questura di Bergamo.

Munito di Decreto di trattenimento presso CPR di Brindisi

Accompagnamento frontiera - 13.05.2019

S.O. nato il 10.12.1988 in Albania, identificato a mezzo passaporto originale in corso di validità fermato da personale Carabinieri di Castrezzato durante un normale controllo. Era titolare di Permesso di Soggiorno per attesa occupazione del quale il Questore di Brescia ha rifiutato il rinnovo con Decreto emesso il 03.04.2019 e notificato il 13.05.2019 causa precedenti ostativi. A suo carico figurano sentenze di condanna emesse dal Tribunale di Brescia per reti in materia di stupefacenti rispettivamente ad anni 3 e a mesi 8.

Destinatario di Decreto di espulsione con accompagnamento alla frontiera di Malpensa.

 

Accompagnamento frontiera - 16.05.2019 

Z.A. nato il 04.06.1989 in Marocco, identificato a mezzo fotocopia passaporto, fermato da personale Stazione Carabinieri di Manerbio a seguito di controllo veicolare. Era titolare di Carta di soggiorno che è stata revocata con decreto emesso il 20.01.2015 a lui notificato il 25.02.2015. A suo carico risultano condanne per furto aggravato, rapina aggravata, lesioni personali, ricettazione, evasione, porto abusivo di armi.

Destinatario di Decreto di espulsione con accompagnamento alla frontiera di Malpensa.

 

Trattenimento presso C.P.R. - 16.05.2019 

T.C.B. nato il 13.11.1981 in Senegal, identificato a mezzo fotocopia passaporto, fermato da personale della locale squadra volante. Era titolare di permesso di Soggiorno per motivi famigliari del quale il Questore di Brescia ha rifiutato il rinnovo con Decreto emesso il 11.09.2018 a lui notificato in data 21.09.2018. Annovera a suo carico condanne per falsità materiale, resistenza a pubblico Ufficiale, lesioni personali, stupefacenti  e denunce per rapina e maltrattamenti in famiglia.

Destinatario di Decreto di espulsione e trattenuto presso il CPR di Bari

 

Trattenimento presso C.P.R. - 16.05.2019 

H.S. nato il 13.03.1996 in Tunisia, identificato a mezzo fotocopia passaporto, fermato da personale della Stazione Carabinieri di Bagnolo Mella. Soggetto richiedente Protezione Internazionale che la competente Commissione territoriale di Bologna ha negato con decisione del 09.08.2018 a lui notificata in data 11.09.2018 senza aver opposto ricorso al Tribunale. Destinatario di Decreto di espulsione e trattenuto presso il CPR di Potenza.