Strumenti

Anche il centro del basso Garda partecipa alla Giornata nazionale delle Famiglie al Museo proponendo per il 9 ottobre la prima Giornata delle Palafitte da trascorrere tra sito archeologico del Lavagnone e Museo civico “G. Rambotti”.

Saranno tre i momenti principali in cui sarà articolato il programma della giornata: la mattina, alle 11, in località Lavagnone si terrà la presentazione della nuova targa Unesco, con percorso naturalistico guidato del bacino del Lavagnone (ritrovo alle 10.30 davanti alla trattoria “La Rossa” in località Montelungo sulla strada per San Pietro). Alle 15, presso il Museo Rambotti, i più piccoli potranno divertirsi nel gioco a squadre con dadi e pedine in scala 1:1 “Giochiamo con l'archeologia!”, cui seguirà una merenda per tutti i partecipanti.

Alle 15.30, sempre al Museo, verrà proiettato il film di Mario Piavoli “Carpentieri e falegnami nell’età del bronzo”, vincitore del premio della critica Paolo Orsi alla XXVI Rassegna internazionale del cinema archeologico di Rovereto. La proiezione durerà circa mezz’ora. Saranno presenti il regista Mario Piavoli e Adalberto Piccoli, direttore del Museo di Cavriana che ha realizzato il film.

Sulla base di quanto rinvenuto e documentato nel corso degli scavi condotti sulla palafitta di Bande di Cavriana e nell’abitato peri-lacustre di Castellaro Lagusello (di recente inseriti nel patrimonio Unesco), il film di Piavoli illustra le fasi di lavoro, le tecniche costruttive e la fedele ricostruzione di alcuni elementi delle strutture abitative di una popolazione vissuta nell’entroterra sud-gardesano migliaia di anni fa. Produzione: Zefiro Film e Museo Archeologico Alto Mantovano. 

«Con questa iniziativa – afferma l’assessore alla Cultura Antonella Soccini – vogliamo festeggiare per la prima volta la Giornata delle famiglie al museo, il nostro sito archeologico del Lavagnone, tutelato dall’Unesco, e il Museo civico archeologico Rambotti, che raccoglie reperti da esso provenienti e la sala della palafitta, un allestimento molto suggestivo, studiato per offrire al visitatore la possibilità di immergersi in un’ambientazione preistorica».