Strumenti

Al via il bando per il 2017 con alcune importanti novità: possibilità di tirocini extracurricolari per i vincitori (in alternativa al classico premio in denaro) e la nuova sezione Cultura dedicata agli studi umanistici. Le domande vanno presentate entro il 30 settembre 2017.

Il Premio di Laurea “Si può fare di più” è un’iniziativa che da più di vent’anni valorizza tesi di laurea che approfondiscono ambiti di ricerca dei servizi pubblici locali e della sostenibilità ambientale. Da allora sono stati stanziati oltre 70.000 € di fondi e raccolte circa 700 tesi, ora disponibili in archivi digitali (http://fondazione.cogeme.net/index.php/archivio-tesi).

Nell’intento di valorizzare studi con riferimento ai principi guida del documento Unesco “La carta della terra” e in relazione alle attività del gruppo Cogeme-LGH, il premio – che si articola in sei sezioni – abbraccia in maniera sempre più strutturata il tema dell’economia circolare, offrendo da quest’anno anche la possibilità per i vincitori di avviare tirocini extracurricolari presso le società del gruppo: un’alternativa al tradizionale premio economico (che comunque rimarrà possibile come opzione). Rispetto alle edizioni precedenti la seconda novità è poi rappresentata dalla sezione Cultura, che nelle intenzioni vorrebbe incentivare la ricerca di buone prassi in campo umanistico applicandole ai principi ispiratori dell’economia circolare. Le altre sezioni sono: Acqua, Energia, Economia circolare, Innovazione digitale (dedicata a Mauro Calvinato) e Carta della Terra (dedicata a Vittorio Falsina).

«Da parte nostra – sottolinea il presidente di Fondazione Cogeme Onlus Gabriele Archetti – cerchiamo sempre di essere all’altezza delle sfide dell’innovazione e della ricerca. Vogliamo essere un laboratorio di idee e valorizzazione, di risorse e di persone. Un impegno costante che Fondazione Cogeme qualifica nella maniera più concreta possibile rispetto alle recenti direttive europee, grazie ad approccio innovativo e multidisciplinare». Da quest’anno inoltre il premio ha ricevuto il prestigioso patrocinio dal Ministero dell’Ambiente.

Ai vincitori delle prime cinque sezioni verrà corrisposto un assegno di 1500 euro o in alternativa sarà offerta la possibilità di un tirocinio della durata massima di sei mesi a 400 euro al mese presso una delle aziende del gruppo. Al vincitore della sezione Carta della Terra sarà invece offerto un viaggio studio di 15 giorni.

Il bando sarà diffuso, come ogni anno, in tutte le Università italiane. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro e non oltre il 30 settembre 2017. La giuria sarà composta da un comitato tecnico che verificherà la sussistenza dei requisiti formali di partecipazione e da un comitato scientifico che selezionerà le tesi vincitrici e valuterà eventuali menzioni speciali. La segreteria di Fondazione Cogeme Onlus è a disposizione per qualsiasi tipo di informazioni al numero 030.7714643 e all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. In alternativa, si può consultare il sito fondazione.cogeme.net.