Strumenti

Giovedì 15 marzo alle 19:30, presso il Ristorante Mantovano (via Padana Superiore 110), si terrà una cena aperta a tutti con testimonianze di donne moderne. Costo 30 euro, parte dei quali sarà devoluto al centro antiviolenza Casa delle donne onlus. Prenotazioni presso la biblioteca comunale di Mazzano (030.2121970).

Sono numerosi gli eventi previsti nelle settimane culturali di iniziative per le donne organizzati dalle amministrazioni di Mazzano, Nuvolera, Nuvolento, Paitone, Serle, Prevalle e Vallio Terme. Tra questi si inserisce un appuntamento che coniuga ascolto e convivialità, una cena-convegno intitolata “Le rose profumano per mestiere” da una espressione del poeta polacco Stanislaw Jerzy. Come le rose non possono che profumare, perché questa è la loro essenza, così le donne non possono che portare valori positivi nel mondo, e nel mondo del lavoro in particolare.

Durante una cena aperta indistintamente a uomini e donne, saranno raccontate dunque storie di lavoro, professioni e impegno da parte delle stesse protagoniste. Interverranno Cristina Fontana, dirigente scolastica; Emanuela Colosio, imprenditrice e presidente delle donne Apindustria; Manuela Seramondi, amministratrice della Cooperativa Dispari e impiegata nell’area risorse umane del consorzio Cascina Clarabella; Manuela Zanola, imprenditrice; Piera Stretti, presidente di Casa delle donne; Tina Leonzi del Moica, il Movimento Italiano Casalinghe.

La rassegna culturale Donne per le donne nasce per celebrare in modo diverso la festa della donna, andando al di là del semplice anniversario in una singola giornata. L’intento degli appuntamenti, che si snodano lungo tutto il mese di marzo, è piuttosto creare occasioni di riflessione e punti di partenza per sviluppare una nuova cultura e promuovere una mentalità che dia spazio ai valori e alla ricchezza di ognuno, senza distinzioni di genere e senza pregiudizi.