Strumenti

Che gioia e che soddisfazione per un’intera scuola chiudere in bellezza un anno scolastico intenso e ricco di riconoscimenti.

L’Istituto Comprensivo di Salò -guidato dalla dirigente Fiorella Sangiorgi- non è certo nuovo a blasoni e attestati di alte personalità dello Stato e di Istituzioni che ne riconoscono gli alti profili didattici ed educativi.

Quest’anno, in particolare, i ragazzi (ma anche i loro genitori e insegnanti) di III B della secondaria di primo grado “G. d’Annunzio” di via pietre rosse  a Salò, chiuderanno un ciclo scolastico portando orgogliosamente nel cuore i tanti attestati e riconoscimenti ricevuti, come il I premio al Concorso Nazionale Leopardi (“Raccontar scrivendo”) vinto dall’alunno Jacopo Aurola, il II posto assoluto al Concorso Nazionale “Un corto per i diritti umani”, svoltosi a Roma, dove è stato presentato il cortometraggio dei salodiani “senza alcuna distinzione”; in lista tra i sette finalisti del Concorso Nazionale “Memoria in corto” di Crema, i ragazzi della d’Annunzio hanno ottimamente figurato con il corto sul brigante Zanzanù.

E infine,  l’en plein al concorso letterario “Scrivi Salò”, indetto dal Consiglio Comunale dei Ragazzi e sostenuto dalla locale Pro Loco guidata da Nicola Tranquilli (che ha offerto buoni libri) nel quale gli allievi Aurola-Ravera si sono classificati al II posto, mentre Casali-Mombelli al I.

Che dire?

Complimenti alla III B, alla scuola d’Annunzio e a tutti i suoi insegnanti e in particolare ai professori Comini e Batìa che hanno seguito e accompagnato i “licenziandi” in prima persona alle giornate di premiazione.

Alle felicitazioni si unisce l’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione con Pierantonio Pelizzari.