Strumenti

L’interrogativo, legittimo, è se ci si trovi di fronte a una mostra di poesia o di arte.

Il dubbio è sollevato dall’artista gardesana Marianna Collini, che ha scelto un luogo prestigioso, carico di storia e spiritualità come il chiostro di San Francesco a Gargnano per esporre oltre 50 opere (fino al 16 settembre ogni giorno dalle 9 alle 19, fine settimana chiusura alle 22, ingresso libero). Collini ha dedicato alla terra la sua mostra, consapevole che “la terra, i suoi colori naturali e la sua corposità trasmettono forza”. Nella terra l’artista intuisce la perfezione, che va oltre lo stimolo del recupero di materiali naturali, utili nei dipinti, per “cercare nella materia naturale tutta la ricchezza che la nostra terra ci dona in ogni momento”. Infine il messaggio che guarda lontano: “Sta a noi apprezzare e rispettare il Pianeta”.

Collini dipinge da oltre 35 anni, la sua è una tecnica mista, semplice e sofisticata al tempo stesso che punta all’affresco con stabilitura, ma senza escludere varianti, quali l’applicazione di reti da pesca. Usa pigmenti colorati, con tutte le tonalità e predilezione per i colori caldi e la finitura in foglia d’oro e argento. Variegate le dimensioni delle opere, che oscillano dal 50x50 a un metro per uno e mezzo.

Giordano Silvestri