Strumenti

Sabato 6 aprile sarà ancora una volta ospite della Pieve di Nuvolento.

Il 22 settembre dello scorso anno l’Amministrazione di Nuvolento riuscì a organizzare un concerto esclusivo del celebre pianista Takahiro Yoshikawa alla Pieve di Santa Stefania. L’occasione era nata grazie al GIS di Nuvolera e Nuvolento che da alcuni anni frequenta il Teatro alla Scala di Milano per la stagione concertistica e del balletto. Pareva un azzardo ma all’invito dall’Assessore Barbara Padovani rivolto al Maestro Yoshikawa - in quel momento impegnato con Roberto Bolle nel balletto Petite Mort e Boléro – di suonare a Nuvolento, il pianista giapponese ha accettato di buon grado. Come immaginabile il successo è stato enorme e le richieste di prenotazione dei posti sono arrivate addirittura da fuori Regione (dal Veneto all’Emilia e perfino dal Piemonte). Chi non segue con attenzione la programmazione degli eventi e ha cercato il biglietto all’ultimo minuto è rimasto a bocca asciutta. Ecco allora che il Sindaco Giovanni Santini, entusiasta per il livello eccezionale del momento musicale vissuto e per il successo della serata, ha insistito perché si potesse ripetere un’altra serata di grande musica che vede anche per la prima volta il patrocinio del Consolato Generale del Giappone di Milano. Il Maestro Yoshikawa, attualmente impegnato in una lunga tournée in Giappone ha accettato, e il prossimo 6 aprile sarà ancora ospite per un concerto - che si preannuncia eccezionale - alla Pieve di Nuvolento. Il programma è ovviamente diverso e molto coinvolgente si va da Mozart con la Sonata in La maggiore K.331 e la famosa Marcia alla turca a Liszt con i Jeux d'eau à la Villa d'Este e la imperdibile Paraphrase de concert sur Rigoletto. Di Francis Poulenc eseguirà Les soirées de Nazelles, per chiudere con Chopin e la Mazurka in Si minore Op. 33 n. 4 e la Ballata n. 4 in Fa minore Op. 52. La raccomandazione dunque è di non perdere tempo e contattare quanto prima la Biblioteca di Nuvolento (telefono 030 6900 8224 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per richiedere e ritirare il proprio biglietto (omaggio). Senza il biglietto per evidenti motivi di sicurezza non sarà possibile accedere alla Pieve.  

Il concerto sarà anche l’occasione per trovare l’ultimo CD del Maestro Yoshikawa interamente dedicato a Liszt. Come Liszt amava molto l’Italia, così anche il Maestro Yoshikawa ha voluto dedicare il suo ultimo CD al Paese che ama e nel quale vive ormai da parecchi anni. Nel CD sono 4 i brani ispirati ai capolavori di Raffaello, Michelangelo, Petrarca e Dante; 3 invece sono i brani composti a Villa d'Este - dove Liszt trascorse lunghi soggiorni negli ultimi anni della sua vita – poi la parafrasi del famoso quartetto dell'opera "Rigoletto" di Giuseppe Verdi e infine "La Campanella" sui motivi tratti dal terzo movimento del Concerto per violino n. 2 di Paganini. Come le opere che le hanno ispirate, così anche le composizioni di Liszt dedicate all’Italia sono capolavori, magnificamente interpretati da Takahiro Yoshikawa che  fa sintesi virtuosa dei tanti elementi in gioco: la cantabilità tipica dell'opera lirica, la struttura come avviene nei poemi sinfonici, le armonie che anticipano gli artisti impressionisti e il virtuosismo trascendentale di Liszt. La registrazione è realizzata dal vivo presso l'Auditorium Umberto Agnelli dell'Istituto Italiano di Cultura a Tokyo.

In preparazione al concerto venerdì 5 aprile alle ore 20.30 presso la sede dell’Accademia Musicale Rondò a Nuvolera in Via Bonfadini il Maestro Yoshikawa parteciperà alla presentazione storico-musicale del concerto a cura del Maestro Andrea Rosa che illustrerà il programma proposto. L’incontro è aperto al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il sabato mattina seguente invece il Maestro Yoshikawa sarà a disposizione degli studenti dell’Istituto Comprensivo di Nuvolento.