51media2

Strumenti

Dieci luoghi gardesani e 2 valsabbini ospiteranno 19 concerti, con degustazione di vini locali e l’illustrazione dei luoghi in cui si tengono i concerti stessi, tutti gratuiti ad esclusione di quello in programma sull’Isola del Garda (€ 10 per il trasporto).

Parte così la quinta edizione di «Suoni e Sapori del Garda», con la direzione di Giovanna Sorbi in collaborazione con la Brixia Symphony Orchestra, la Comunità del Garda, il Comune di Gardone Riviera ed altri 11 Enti locali.

Esordio domenica 21 maggio a Villa Alba di Gardone Riviera (ore 17,30). In scena la Brixia Symphony Orchestra. Idem la conclusione, a Santo Stefano, sempre con la Brixia Orchestra. Musica classica di alto livello, quindi, con location all’altezza, seppure non sempre conosciute dagli stranieri o, forse, neppure dei molti tra i residenti.

La scelta è caduta quasi esclusivamente su edifici sacri, ma non mancano altri luoghi suggestivi, nei quali la musica potrebbe davvero offrire e godere di effetti speciali. Alla citata Isola del Garda si aggiungono infatti la Limonaia del Pra dela Fam (Tignale), la Villa Romana (Toscolano), la Villa Galnica (Puegnago), o la sala Andrea Celesti (Lonato).

C’è anche il chiostro di San Francesco, a Gargnano, che fa da apripista a Santa Maria, San Quirico (Muscoline), S. Pietro e Paolo (Toscolano), S. Antonio Abate (Morgnaga), S. Faustino e Giovita (Fasano), S. Martino (Tresnico), S. Nicola di Bari (Gardone Riviera), San Pietro (Calvagese), Montecastello (Tignale), la Madonna della Neve (Moniga) e la Visitazione (Salò).

Info: www.lagodigarda.it, pagina facebook: “Suoni e Sapori del Garda 2017 V edizione”. (b.f.)