Strumenti

Primo caso di omicidio stradale nel Bresciano sulla ex-statale 11, dove un 21enne positivo all’alcol test ha provocato la morte di una donna di 37 anni e una bambina di 10.

Tragedia nella tarda serata di mercoledì nel tratto della ex-statale 11 tra Desenzano e Peschiera, all’altezza di Lugana di Sirmione. Una Seat guidata da un 21enne, di origine albanese ma residente a Castiglione delle Stiviere, si è scontrata frontalmente – per cause ancora al vaglio della Polizia Stradale – con una Fiat Punto. La Punto è stata spinta violentemente nel fosso a lato della strada e ha perfino perso il motore. Sulla vettura viaggiavano due donne di 37 anni con i loro figli, due bambine e un bambino.

Nell’impatto hanno perso la vita la donna al volante, Anna Maria Zippone, 37enne originaria di Brindisi ma residente da anni a Sirmione, e la piccola Gaia Botticchio, 10 anni di Sirmione, figlia dell’altra passeggera 37enne. Feriti, sembra in modo lieve, gli altri occupanti della Punto: la mamma di Gaia e i due figli di Anna Maria Zippone (8 e 10 anni). Illeso invece l’automobilista alla guida della Seat, che sottoposto al test ha rivelato un tasso alcolemico superiore a quanto previsto dalla legge ed è stato subito arrestato.

Sul posto sono giunti immediatamente i soccorsi, ambulanze, elicottero e vigili del fuoco, oltre alla polizia stradale di Salò, Montichiari e Desenzano, ma per Anna e Gaia non c’era purtroppo niente da fare.

(foto d'archivio)