Strumenti

Giornata in allarme per la Guardia Costiera del Garda, che si è conclusa con il lieto fine.

Intorno alle ore 19:30 di ieri giungeva, infatti, alla sala operativa del Nucleo Mezzi Navali Guardia Costiera Lago di Garda, una segnalazione tramite la linea dedicata 1530 (Numero Blu), da parte del Sig.ra R.B. del Campeggio Sivino di Manerba del Garda e relativa a due dei suoi clienti che si trovavano a bordo di un natante nelle acque antistanti Punta San Sivino ed a causa dell’improvviso maltempo, risultavano in evidente difficoltà e non riuscivano a raggiungere la riva.

Immediatamente la sala operativa della Guardia Costiera, disponeva l’intervento della dipendente motovedetta S.A.R. (Search and Rescue) CP 862 e del gommone “GC A74” che era stato già impiegato per il monitoraggio di un altro natante che, nel frattempo, aveva rotto gli ormeggi e si era spiaggiato nel tratto di costa antistante l’Hotel du Parc di Salò.

Il tempestivo intervento dei mezzi di soccorso, operato nelle difficili condizioni meteomarine, nelle quali è buona norma che i turisti non intraprendano le attività da diporto, si è concluso con successo quando alle ore 20.00 circa, i malcapitati venivano intercettati, recuperati e trasportati sino al sicuro porticciolo di Dusano.

Fortunatamente, i turisti soccorsi, padre e figlio di nazionalità tedesca (rispettivamente di anni 45 e 20), se pur infreddoliti ed in evidente stato di paura, non hanno riportato alcun infortunio.

Nel raccomandare anche ai più esperti di navigare sempre con la massima prudenza e perizia marinaresca, informandosi con attenzione sulla morfologia dei fondali ove si intende navigare e sulle normative vigenti, il Nucleo Guardia Costiera del Lago di Garda ricorda che il numero di emergenza e soccorso da comporre in caso di necessità è il 1530.