Strumenti

Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, e il Consigliere delegato alla Protezione Civile, Antonio Bazzani, esprimono forte preoccupazione rispetto alla notizia del trasferimento a settembre di 26 Vigili del Fuoco.

“Una penalizzazione – ha sottolineato Mottinelli – che si aggiunge alle già esistenti carenze croniche, che non possono essere ulteriormente aggravate con il trasferimento di 26 pompieri in un territorio come il nostro che, per vastità, caratteristiche geografiche e presenza di aziende a rischio di incidente rilevante, dovrebbe invece vedere ben altri numeri di personale”.

Per questo la Provincia di Brescia fa proprie le istanze che il Comandante provinciale Agatino Carrolo e le rappresentanze sindacali hanno già esplicitato a Prefettura e Ministero degli Interni, chiedendo di trovare soluzioni concrete per far fronte a questa carenza.

“Il rapporto di collaborazione tra i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile bresciana – ha dichiarato Bazzani – è sempre stato proficuo. Ci auguriamo che si possa trovare quanto prima una soluzione, affinché il nostro territorio possa continuare ad essere presidiato con un numero sufficiente di operatori pronti intervenire in caso di necessità. La sicurezza dei cittadini è prioritaria e Brescia non può essere ulteriormente penalizzata”.