Strumenti

Ci sarebbero motivi di carattere passionale dietro il misterioso rapimento di un operaio 45enne di Villanuova sequestrato da un individuo armato, di origini nordafricane, un 37enne marocchino residente a Gavardo, la notte tra il 15 ed il 16 gennaio.

A lanciare l’allarme è stato un collega della vittima che lavorava all’azienda Saf di Muscoline. Entrambi i lavoratori sono stati costretti a salire in macchina al termine del turno di lavoro dal rapitore. Poi uno dei due è stato fatto scendere dall’auto, mentre il sequestratore – arma in pugno – ha proseguito con la sua vittima.

A quanto pare ci sia di mezzo una donna, la “ex” del marocchino che accecato dalla gelosia, avrebbe voluto dare una lezione a l’uomo che lui stesso considerava un rivale.

Il buio e i boschi  sembrano aver inghiottito i due.