Strumenti

Sta per partire la 57° edizione del Festival Gasparo da Salò, uno dei festival musicali più antichi d'Italia, secondo solo al Festival di Spoleto, giunto ormai alla 58° edizione.

 

Salò rivendica le origini della nascita del violino, che da sempre contende con Cremona. Ma quest'anno sembra che si sia finalmente fatta una sorta di pace tra queste due cittadine che hanno deciso di collaborare per valorizzare la storia del violino e della musica.

Il Sindaco di Salò, Avvocato Cipani, ringrazia innanzitutto coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa edizione dell'Estate Musicale: il Comune di Salò, la Pro Loco Città di Salò, il Direttore Artistico Roberto Codazzi e Luca Stradivari, pro-nipote del celebre liutaio cremonese e, non da ultimi, tutti gli sponsor che hanno realmente aiutato a realizzare questo progetto.

Il festival si svolgerà nella Piazza Duomo di Salò con 5 serate dal 25 luglio al 8 agosto con inizio alle 21.30.

In quest'Estate Musicale vedremo a Salò il ritorno del celebre Sergej Krylov con la Lithuanian Chamber Orchestra nella serata iniziale del 25 luglio.

Seguirà poi la serata della Banda di Salò, il 26 luglio, sempre in Piazza Duomo alle 21.30, dove l'orchestra a fiati Gasparo Bertolotti eseguirà, in prima mondiale, il Concerto per violino e fiati composto da Luca Stradivari, ultimo discendente del celebre liutaio cremonese,  talentuoso compositore che di recente ha vinto il Premio Respighi della New York Chamber Orchestra.

Il 28 luglio, sempre in Piazza Duomo alle 21.30, ci sarà l'esibizione del virtuoso Paolo Fresu, uno dei migliori jazzisti italiani, accompagnato dai Virtuosi Italiani "Back to Back",  che eseguirà un concerto  attraverso tutta  la musica italiana dall'antico '600 fino all'improvvisazione.

Il 2 agosto, Piazza Duomo ore 21.30,  Fatlinda Taci & Orchestra si esibiranno  in un affascinante programma musicale che va dalla musica di Piazzolla a Paganini passando da Mozart.

La conclusione sarà invece in Piazza Vittoria l'8 agosto, ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti, sempre alle 21.30, dove si esibirà l'Italian Chamber Orchestra con Cantata Italiana 

con un concerto lirico dove due voci straordinarie spazieranno dalle più belle romanze di Verdi e Puccini alle belle cantate napoletano ed alle classiche operette.

Il direttore artistico, Roberto Codazzi, nell'illustrare questo magnifico programma, sottolinea che la varietà musicale scelta è stata decisa appositamente per attirare il pubblico più vasto possibile sia per età che per genere.

Chiediamo dunque a Luca Stradivari di spiegarci quali siano i suoi legami con il famoso Antonio Stradivari.

Luca ci spiega che la sua è la nona discendenza rispetto al famoso Antonio e ci racconta anche che, dopo Antonio Stradivari, tutti si sono occupati d'altro ed hanno scelto le professioni di notaio, avvocato o medico. Lui stesso compone musica per passione ed ha addirittura costruito una viola. Da settembre a dicembre scorsi  ha composto questo nuovo pezzo in tre movimenti, che la Banda Cittadina eseguirà, ispirandosi al centenario della prima guerra mondiale e che ha una durata di 38 minuti. E' un concerto che, egli stesso, definisce intuitivo ed intellettuale e che si rivolge a tutti perchè risente delle più diverse influenze musicali.

Alla domanda di una collega che chiede quando potremo vedere al Festival di Salò David Garrett, sia il sindaco che il direttore artistico rispondono che ci stanno lavorando, ma che non è facile trovare un accordo perchè Garrett è un artista molto corteggiato ed anche molto impegnato. Non ci resta dunque che aspettare.

 

Stefania Signori