Strumenti

Sabato 11 giugno alle 21:15, nella chiesa parrocchiale dei SS. Faustino e Giovita a Fasano del Garda,   quinto concerto dei “Suoni e  Sapori del Garda”, rassegna itinerante organizzata  dall’Associazione Brixia Symphony Orchestra in collaborazione con la Comunità del Garda, il Comune di Gardone Riviera, la Parrocchia di Fasano e la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda. Al termine del concerto, degustazione di vini offerta dalla Cantina “Il Roccolo” di Polpenazze. L’ingresso è libero.

Protagonista della serata è la musica sacra francese da Gounod a Poulenc, interpretata dall’Ensemble Arione in formazione femminile, con la collaborazione pianistica di Alberto Ranucci e la direzione di Luigi Marzola: il percorso musicale si snoda dagli inni sacri di Charles Gounod alle preghiere di  Camille Saint-Saens fino ai celeberrimi Cantique de Racine di Fauré e  Noel des enfants di Claude Debussy, per terminare con Ave Maria e Litanies à la Vierge noire di Francis Poulenc. Dopo il periodo rivoluzionario, il ripristino del culto nel 1803 in Francia porta a un rinnovamento della musica sacra – viene temporaneamente resuscitata la Chapelle (divenuta impériale), riaprono cantorie: la restaurazione del canto gregoriano e la creazione di uno specifico repertorio sacro si fonde nell’estetica romantica. Nel corso del secolo l’elemento spettacolare viene via via abbandonato a favore di un’espressione più eterea, segno di un trasferimento di religiosità dalla chiesa alla sala da concerto. 

Alberto Ranucci, milanese, si è diplomato al conservatorio della sua città  con Chiaralberta Pastorelli, perfezionandosi poi con Badura Skoda. Svolge attività concertistica come solista e in formazioni da camera con un repertorio comprendente autori della tradizione, del ’900 storico e contemporanei. Dal 1996 insegna Pianoforte principale al Conservatorio di Brescia. Luigi Marzola si è diplomato in Organo e in Pianoforte al Conservatorio di Milano  e in Direzione di Coro alla Civica Scuola. Ha frequentato corsi di formazione con Peter Erdei e Mark Brown, specializzandosi con Norbert Balatsch. Ha studiato canto con Margaret Hayward e repertorio vocale da camera, come pianista, con Dalton Baldwin. La sua eclettica attività artistica l’ha portato, in qualità di organista, continuista al fortepiano e al cembalo, pianista e direttore di coro, a collaborare con vari musicisti e registi teatrali di fama internazionale.  È Docente di Accompagnamento Pianistico al Conservatorio di Milano e Docente di Direzione di Coro presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano.