Strumenti

E' un momento d'oro per i musei bresciani. Lo confermano i dati. In questi giorni l'annuncio del comune di Brescia degli ottimi risultati della mostra dei lavori di Christo a Santa Giulia.

“In corrispondenza dell’installazione di Christo e Jeanne-Claude The Floating Piers, che dal 18 giugno sta accogliendo sul lago di Iseo visitatori provenienti da tutto il mondo – spiega il Comune di Brescia - la mostra Christo and Jeanne-Claude. Water Projects - curata da Germano Celant e allestita al Museo di Santa Giulia - sta registrando un grande successo di pubblico, oltre che di addetti ai lavori. Da sabato 18 giugno a domenica 26 giugno le persone che hanno visitato la mostra sono state oltre 5.500, rispetto ai circa 14.500 visitatori complessivi dal giorno di apertura della mostra, avvenuta lo scorso 7 aprile”.

Dalla città al Garda. Anche qui queste giornate sono state di grande movimento, anche se probabilmente non sono da mettere in relazione con l'evento del lago d'Iseo. Ottimi risultati per il Mu.Sa., il museo civico di Salò, che nello stesso periodo dal 18 al 26 giugno ha registrato 1781 visitatori (con mostra su Mussolini e mostra di Sgarbi). Un ottimo risultato per il giovane museo gardesano inaugurato lo scorso anno. Ovviamente la parte del leone sul Garda e in provincia continua a farla il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera. Nel periodo oggetto del confronto, nella dimora del Vate sono passati 6820 visitatori. Tutto va ben sperare che quest'anno sarà superato il record dello scorso anno: 212.000 visitatori. E' fiducioso il presidente Giordano Bruno Guerri di riuscire a raggiungere almeno quota 230 mila per il 2016.