Strumenti

Illustrare il territorio stando sul territorio con visite di carattere artistico e lezioni di storia all’aperto. La partecipazione gratuita. La proposta estiva è dell’Assessorato alla Cultura e della Biblioteca Comunale di Gargnano.

Le guide artistiche si alterneranno nelle chiese di San Francesco, San Giacomo, San Martino e San Pier d’Agrino e sono affidate a Silvia Merigo (alle ore 18 venerdì e sabato, alternati) con durata di un’ora. Ritrovo di fronte all’elemento artistico da visitare.

Nelle lezioni di storia all’aperto, Bruno Festa analizzerà luoghi e fatti della Repubblica sociale fino alla Liberazione. Appuntamento al parcheggio della Fontanella, davanti alla Polizia Locale, alle ore 9 di tutti i martedì di luglio, agosto e i primi due di settembre. La lezione all’aperto dura l’intera mattinata.

L’iniziativa delle uscite ricalca la fortunata proposta dello scorso anno, che ha avuto l’adesione di circa 700 partecipanti, con limitatissima spesa per il Comune e marcato gradimento del pubblico.

Quest’anno si aggiunge una novità: quattro serate intitolate “Librando …sotto le stelle”, per riscoprire la memoria del paese. La partecipazione è gratuita.

Appuntamento con la Storia sotto l’ex municipio (19 luglio e 8 agosto ore 21) per vedere e parlare dei segni del bombardamento subito dal paese nel 1866, giusto 150 anni fa durante la Terza Guerra di Indipendenza. Un episodio poco conosciuto ma interessante.

L’appuntamento con l’Arte è davanti alla chiesa di San Martino (ore 21 del 19 agosto e 16 settembre). Si parlerà di chiese soppresse, di palazzi distrutti e ricostruiti, di conventi dimenticati. Partendo dalla Parrocchiale di san Martino, scendendo per i vicoli di Gargnano, arrivando fino al chiostro di San Francesco, l’itinerario si soffermerà sui particolari che la storia ha voluto celare, alla scoperta della Gargnano che non c’è più o forse c’è ancora.

Al termine delle “serate sotto le stelle” per i partecipanti è prevista la degustazione di prodotti tipici offerti da alcuni commercianti del paese, particolarmente sensibili al messaggio culturale.

La partecipazione è gratuita ma è meglio iscriversi: tel. 0365.72625/7988305, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..