Strumenti

Tutti in guardia a partire dal 10 settembre. “Insoliti incontri” si potranno verificare lungo l’asse del fiume Chiese nelle prossime settimane.

L'avviso parte dalla Comunità montana di Vallesabbia e dal sistema museale che hanno stretto un patto con la Collezione di arte contemporanea del Centro Paolo VI. Tre opere della prestigiosa raccolta montiniana saranno ospitate in altrettanti luoghi simbolo della Valle: la Rocca di Sabbio Chiese (10-25 settembre);  il museo del ferro di Odolo (15-30 ottobre); la biblioteca di Vobarno (5-20 novembre). I tre lavori sono tutti di artisti viventi: Michel Ciry, Stabat mater; Dino Quartana, Angelo e Guido Peruz,  Sulla strada di Damasco. Le tre mostre saranno completate da altre iniziative a corollario organizzate nei singoli centri della valle.

La conferenza stampa di presentazione si è svolta nella sede della Comunità Montana di Vallesabbia alla presenza del presidente Flocchini, dei sindaci di Odolo e Vobarno, Cassetti e Lancini e dell'assessore di Sabbio Ferremi.

Obiettivo secondo la curatrice Michela Valotti: “Portare i cittadini a conoscere meglio musei e luoghi di cultura perchè divengano frequentazioni quotidiane”. Paolo Bolpagni, direttore della Collezione di Paolo VI, ha parlato di un’occasione per favorire la conoscenza dello straordinario patrimonio della raccolta che consta più di 8000 opere.

Le opere resteranno in mostra e creeranno un rapporto un dialogo con il luogo che le ospita, un itinerario tutto da scoprire.