Strumenti

Mercoledì 7 settembre alle 20:30, nel salone Pietro da Marone presso l’oratorio San Domenico Savio di Calino (piazza Card. L. Calini, 1), Gabriele Archetti solleciterà alcuni esperti a parlare di vino, dalla Bibbia alla Franciacorta. Alla fine, degustazione di vini a cura di CAST Alimenti.

Non è il primo esperimento tentato da Gabriele Archetti, docente di Storia medievale all’Università Cattolica di Milano e Brescia: già in passato ha coinvolto studiosi di diverse discipline creando una sinergia trasversale con risultati sempre interessanti. Dopo latte e formaggio, olio e pane – di quest’ultimo si è parlato in un convegno internazionale approdato lo scorso anno anche a Expo – questa volta tocca al vino.

Il dialogo si svilupperà grazie agli interventi del biblista Flavio Della Vecchia e dell’agronomo Pierluigi Donna. I due saranno sollecitati nella conversazione da Archetti, che non si accontenterà di ascoltare una relazione sul tema di loro pertinenza, ma li provocherà e li solleciterà a interagire con esiti – date le premesse – sicuramente originali e inaspettati, di cui potrà godere il pubblico presente.

«L’iniziativa – precisa il prof. Archetti – rientra nell’ambito delle feste di settembre della parrocchia San Michele Arcangelo di Calino, nel solco di una tradizione che si fa sempre più solida nel corso degli anni. Dopo le suggestioni sul pane celebrate lo scorso anno, non poteva certo mancare il vino, innanzi tutto perché con il pane si fa endiadi eucaristica, poi perché nella nostra area geografica si innesta alla perfezione come protagonista sulle nostre tavole». Non mancherà il tocco salutistico dedicato al vino che non solo è buono, ma se ben fatto fa anche bene: saranno dunque messi in rilievo alcuni passaggi fondamentali dell’arte vinicola per la creazione di prodotti di qualità. La serata si concluderà – aspetto decisamente non trascurabile, almeno per chi scrive – con una degustazione di vini della Franciacorta a cura di CAST Alimenti di Brescia. 

A corredo dell’evento sarà infine inaugurata la mostra “In principio Noè”, a cura della Scuola di arti e mestieri Francesco Ricchino, che resterà aperta fino al 18 settembre e sarà visitabile ogni venerdì (ore 20-23), sabato (ore 10-12 e 15-23) e domenica (ore 10-12 e 15-23).

Giovanna Gamba