Strumenti

Bilancio positivo per le attività messe in campo nel 2016, che ha segnato tra l’altro un significativo aumento degli utenti. La biblioteca sta diventando un punto di riferimento nella scena culturale della città mentre si prepara al trasferimento presso i locali dell’ex tribunale.

Si chiude un altro anno particolarmente positivo per la Biblioteca di Salò. I dati relativi agli utenti e ai prestiti sono in continua crescita, le attività svolte sono molteplici: presentazioni di libri (16), corsi organizzati e conferenze (63 serate), spettacoli teatrali (4), proposte cinematografiche (5) e mostre organizzate anche in collaborazione con il sistema bibliotecario (2), oltre alle molteplici attività svolte in collaborazione con le scuole di tutti i livelli.

«Abbiamo superato - sottolinea il presidente Marcello Cobelli - l’obiettivo ambizioso dei 3.000 utenti iscritti (3034), ma la soddisfazione maggiore consiste nella consapevolezza che la Biblioteca di Salò, di anno in anno, si stia ritagliando uno spazio sempre più significativo nella realtà della nostra città, diventando un punto di riferimento della vita culturale». Tutto questo in vista del prossimo trasloco presso i locali dell’ex tribunale, dove avrà finalmente una sede moderna e adeguata alle esigenze di una biblioteca in continua crescita. 

«Il mio ringraziamento - conclude Cobelli - va alle bibliotecarie, Antonia Cerutti e Patrizia Perna, a quanti hanno collaborato alla riuscita delle nostre iniziative, all’ufficio cultura del Comune di Salò e infine agli utenti che, nonostante i disagi dell’attuale sede, non smettono di frequentarci dimostrando che la nostra biblioteca non è solo un punto di prestito di libri». In effetti i numeri gli danno ragione, se si pensa che solo tre anni fa gli utenti erano 2190, quindi l’incremento è stato davvero notevole. Anche l’andamento dei prestiti è più che raddoppiato, passando dagli 8366 registrati nel 2013 agli attuali 17.933.