Strumenti

Prende il via venerdì 1 settembre alle ore 20 a Idro in Santa Maria ad undas la seconda edizione di “Insoliti incontri”. Le contaminazioni d’arte lungo il fiume Chiese quest’anno si tengono a Idro, Capovalle e Bagolino. Un’opera messa a disposizione dalla collezione dell’Istituto Paolo VI viene collocata in un determinato spazio. Ma questo è solo un pretesto per sviluppare un discorso più ampio e articolato e una serie di iniziative collaterali. Il progetto è realizzato con il sostegno della Comunità Montana di Vallesabbia.

Ecco nel dettaglio il progetto Insoliti incontri. Contaminazioni d’arte lungo il fiume Chiese, che giunto alla sua seconda edizione, dopo i positivi riscontri registrati nel 2016, intende rafforzare da un lato la collaborazione con la prestigiosa Collezione Paolo VI – arte contemporanea di Concesio; dall’altro, il dialogo con il territorio, favorendo la fruizione di luoghi di cultura difficilmente accessibili.

Tre mostre temporanee, curate dal Sistema Museale della Valle Sabbia (coordinato da Michela Valotti) in collaborazione con la Collezione Paolo VI - arte contemporanea di Concesio, distribuite tra settembre e dicembre, consentono di valorizzare alcuni luoghi significativi della valle, tra chiese, musei e biblioteche, attraverso la contaminazione con l’arte contemporanea.

In ognuna delle sedi selezionate – la Pieve di Santa Maria ad Undas di Idro, il Museo Reperti Bellici di Capovalle e la Biblioteca Comunale di Bagolino è, infatti, ospitata, per un breve periodo di tempo, un’opera della Collezione Paolo VI-arte contemporanea di Concesio, inserita, per coerenza tematica, nella location che l’accoglie.

La Collezione concesiana si metterà in mostra attraverso le opere di JEAN GUITTON, ELIODORO COCCOLI e EMILIO ISGRÒ che saranno ospitate, rispettivamente, presso la Pieve di Santa Maria ad Undas di IDRO, il Museo Reperti Bellici di CAPOVALLE e la Biblioteca Comunale di BAGOLINO, che occupa un edificio cinquecentesco, recentemente recuperato.

Il programma espositivo è corredato inoltre di iniziative organizzate dalle amministrazioni comunali di Idro, Capovalle e Bagolino, finalizzate a valorizzare, con aperture straordinarie e proposte culturali, i luoghi designati.

Le aperture saranno garantite anche con la collaborazione degli studenti dell’IIS “G. Perlasca” di Idro, nell’ambito del progetto formativo di Alternanza Scuola-Lavoro. Alla Pieve di Idro, inoltre, affiancheranno i volontari nelle aperture anche alcuni ospiti della Comunità Socio Sanitaria di Idro, gestita dalla Coop. CO.GE.S.S.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

 

I luoghi e le opere

Il ciclo di mostre, tre nell’autunno 2017, prevede la seguente scansione di sedi e di opere ospitate:

01-17 SETTEMBRE_2017

IDRO

Pieve di Santa Maria ad Undas

opera ospite

J. Guitton, Jean baptize Jésus, 1976

 

21 OTTOBRE-05 NOVEMBRE_2017

CAPOVALLE

Museo Reperti Bellici

opera ospite

E. Coccoli, Il vincitore, 1918-19

 

02-17 DICEMBRE_2017

BAGOLINO

Biblioteca Comunale

opera ospite

E. Isgrò, Il vitello d’oro, 2007