Strumenti

Sulla spinta di una crescente urgenza di tipo sanitario, legata agli effetti sempre più evidenti della cattiva alimentazione tra i più giovani, l’ITCG Battisti di Salò ha attivato, per l’anno scolastico in corso, un progetto pluridisciplinare avente come obiettivo il contribuire alla salvaguardia della salute connessa con lo sviluppo, l’affermazione personale, il benessere e la democrazia. All’ITCG Battisti di Salò si da’ attuazione al programma ministeriale  “Guadagnare salute” (protocollo di intesa tra Ministero della salute e Ministero dell’istruzione del 05.01.2007) ove si legge che  la scuola deve giocare un ruolo determinante per l’educazione alimentare dei giovani e dove l’educazione alimentare rientra nell’area di apprendimento della “convivenza civile” come percorso inter e trans disciplinare che ogni docente deve aggiungere.

Gli scienziati attivisti dell’università di Yale definiscono la nostra società come un ambiente alimentare tossico. L’industria utilizza la scienza per incrementare la domanda dei suoi prodotti e fare più utili a discapito della nostra salute e del nostro pianeta. Il progetto “il cibo del futuro: salute e sostenibilità” attuato all’ITCG Battisti di Salò, vuole portare gli studenti oltre che ad una educazione alla propria salute partendo da un necessario cambiamento nello stile di vita a scoprire le cause dei cambiamenti climatici che stiamo vivendo e in particolare il ruolo del settore alimentare in tale problema. Il fine è dunque di adempiere al ruolo della scuola e cioè di fornire  la vera conoscenza in ambito alimentare  e in ambito al problema ambientale considerando che la crescita economica si deve uniformare sempre più ai criteri di sostenibilità, introducendo tale concetto nelle varie discipline coinvolte. In particolare l’ITCG Battisti di Salò vuole portare a conoscenza delle generazioni future come le  produzioni agroalimentari impattano sull’ambiente e sull’organizzazione sociale, considerando anche gli aspetti etici, dalla produzione al consumo. Nel progetto pluridisciplinare è previsto l’intervento di un esperto esterno, un medico nutrizionista con l’obiettivo di incentivare la consapevolezza del rapporto cibo-salute e favorire l’adozione di sani comportamenti alimentari.

Attuato con una didattica attiva, dove lo studente viene messo in condizione di scoprire e quindi di essere l’attore principale, il protagonista del proprio apprendimento, ove l’insegnante gioca un ruolo di guida e di mentore che deve condurre lo studente alla scoperta della conoscenza, il progetto si concluderà con la richiesta agli studenti della classe 4 b rim, di redigere un articolo di giornale sul tema analizzato “salute e sostenibilità nel settore alimentare” e quindi con la premiazione e pubblicazione dell’articolo migliore.

Prof.ssa Simona Migliavacca

Coordinatrice classe 4 b rim

ITCG Battisti Salò