Strumenti

Iniziativa di studio per ricordare la fine della Grande Guerra. Una vera e propria lezione a più voci che si tiene martedì 23 ottobre alle ore 10 nell’aula magna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia in via Trieste con il titolo: “La prima guerra dell’ultimo secolo: Brescia tra storia e storiografia”.

L’iniziativa è curata dall’Università Cattolica in collaborazione con la Prefettura di Brescia e il Comitato per le celebrazioni della Prima guerra istituito presso la Prefettura.  Nel corso della mattinata di studi verranno presentate alcune tra le diverse pubblicazioni con argomento bresciano sulla Prima Guerra mondiale edite dal 2014 in poi. Gli autori stessi porteranno un contributo sul lavoro svolto da loro. Moderatore Massimo Tedeschi, discussant Paolo Corsini.

Il coordinamento scientifico è stato seguito da Rolando Anni, Giovanni Gregorini, Maria Paola Pasini, Riccardo Semeraro con il prorettore dell’Università Cattolica Mario Taccolini.

Intervengono:

Brescia provincia di confine

Rolando ANNI

 

Bresciani nella Grande guerra

Emanuele CERUTTI

 

Montagne di guerra strade in pace. La Prima Guerra Mondiale dal Garda all'Adamello: tecnologie e infrastrutturazioni belliche

Davide SIGURTÀ

 

La Grande guerra nell’Alto Garda nei Diari storici militari

Domenico FAVA

 

Catalogo della mostra “Cento anni da Caporetto 1917-2017. Testimonianze, oggetti e documenti dell’Archivio di Stato di Brescia e della collezione di Franco Pizzini”

Valentina CRISTINI, Deborah DEL BARBA,

Giulia FRANCHINI

 

A chi dimanda di me. La Grande guerra narrata dai soldati della Valsabbia e del basso Garda

Maurizio ABASTANOTTI

 

La voce delle croci di legno.

Carteggi della grande guerra 1915-18

Giuseppe BONOMI

 

Caduti della Valle Trompia

Gianpietro CORTI

Si tratta di una vetrina sull'editoria locale legata alla Grande guerra: alcuni volumi pubblicati dal 2014 ad oggi, ovviamente parziale. Autori di vari paesi che raccontano vicende legate al loro territorio.

Gli interventi sono di ricercatori che hanno approfondito diverse tematiche: Sigurtà la costruzione di opere edilizie e infrastrutture legate alla Prima guerra, Bonomi ha lavorato sui carteggi dei soldati custoditi nel fondo Bonelli all'Archivio di Stato di Brescia. Sempre dall'Archivio di Stato vengono le tre curatrici del volume-catalogo di un collezionista locale di Pisogne che ha esposto presso al sede di via Galilei pezzi e cimeli.

Abastanotti parla dei soldati della zona di Gavardo. Fava di alcune pubblicazioni legate ai diari dei soldari sul Garda.

L'iniziativa fa parte di quelle organizzate nell'ambito del Comitato della Prefettura per le celebrazioni della prima guerra.

La lezione è a ingresso libero, gratuito, senza prenotazione.