Strumenti

Sabato 4 maggio in città è prevista la giornata di chiusura del primo Festival De André. Si terranno concerti in varie sedi con inizio fin dalle 6 del mattino in Castello.

La manifestazione, organizzata in occasione dei vent'anni dalla morte del cantautore genovese, è promossa dall'associazione Cieli Vibranti con la direzione artistica di Alessandro Adami e in collaborazione con numerose realtà musicali del territorio.

La giornata avrà inizio alle 6, in Castello, dove si vivrà “Alba con Fabrizio”. Si tratta di un momento di musica e poesia, con l’Orchestra “S. Cecilia” di Gambara diretta da Francesco Andreoli, la voce cantante di Ugo Frialdi e quella recitante di Luciano Bertoli, con la partecipazione di Gianni Alberti al sax soprano.

Alle 10.15 si proseguirà con “Mille papaveri rossi”. Bambini e ragazzi delle scuole cittadine, con i papaveri rossi realizzati nei laboratori in classe, passeggeranno nel centro storico da piazza del Mercato a piazza Paolo VI. Nella stessa piazza alle 11 avrà inizio il concerto del gruppo BandaFaber, cui i ragazzi parteciperanno attivamente.

Nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, ci sarà l’evento itinerante “Amore che vieni, amore che vai”, con spettacoli di danza e flash mob musicali nelle vie del centro storico.

Alle 17, nella libreria Feltrinelli in corso Zanardelli, si terrà la presentazione di “La mia prima volta con Fabrizio De André”, libro collettivo a cura di Daniela Bonanni e Gipo Anfosso.

Alle 20.30, in piazza Paolo VI, sarà la volta di “Mille anni ancora”, concerto serale dedicato a Fabrizio De André e interpretato da tre dei suoi musicisti storici: Ellade Bandini, Giorgio Cordini e Mario Arcari. Con loro sul palco, Alessandro Adami (voce), Max Gabanizza (basso), Diego Maggi (tastiere e fisarmonica), Enrico Mantovani (chitarra), Alberto Venturini (percussioni) e Stefano Zeni (violino).

Il Festival si concluderà alle 22.30, sotto il portico di Palazzo Loggia, con “All’Ombra dell’ultimo sole”, spettacolo dedicato ai più grandi successi dell’indimenticabile cantautore. A far cantare il pubblico i musicisti Isaia Mori e Marco Pezzotta alla chitarra, Andrea Casarotto alla fisarmonica e Antonio D’Alessandro al banjo e chitarra a sei corde.