Strumenti

Torna la Fiera di Lonato. Un lungo circuito di sapori, eventi e tradizioni si prepara anche quest’anno, dopo quasi sessant’anni dalla prima edizione, tra le vie, le piazze, i palazzetti e le principali strutture lonatesi.

Dal 13 al 15 gennaio 2017 Lonato del Garda sarà in festa per la 59ª Fiera regionale agricola, artigianale e commerciale: più di una tradizione, un evento che è radice e cuore della comunità lonatese del basso Garda.

I circa 7.000 metri quadrati di area espositiva rappresentano una straordinaria vetrina per i prodotti del territorio, con il gigante os de stomèch da 225 kg a regnare su tutti e un percorso espositivo frutto di esperienza e tradizione, consolidato negli anni per valorizzare le frazioni di Lonato e le sue eccellenze, le aziende agricole e le associazioni locali, gli artigiani, i commercianti e tutte le attività lonatesi, coinvolgendo nel ricco programma di eventi pure le scuole, la casa di riposo e naturalmente la Proloco.

Dal 7 gennaio, fino al 12 febbraio prossimo, prenderà il via il circuito enogastronomico lonatese Töt Porsèl, che proporrà per oltre un mese i migliori menu a base di carne di maiale, preparati dai ristoranti lonatesi secondo la tradizione locale e con un pizzico di fantasia.

Sabato 7 gennaio nel Gran Galà Show sarà presentata la 59ª edizione della Fiera regionale di Lonato del Garda, dalle 21 presso il “Palazzetto dello Sport” di via Regia Antica. Serata di cabaret, musica e spettacolo a ingresso libero presentata da Alex Rusconi, accompagnato da Beatrice Zangani, con la partecipazione straordinaria del Coro della Basilica di Lonato. Ospite speciale dell’evento: il cantautore bresciano Pier Giorgio Cinelli.

L’inaugurazione ufficiale della fiera, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose e con l’accompagnamento musicale della Banda cittadina, è invece fissata per sabato 14 gennaio alle 10.45 presso la rotatoria di viale Roma, all’incrocio con via Galilei.

«A nome di tutta l’amministrazione comunale – afferma il sindaco Roberto Tardani – ringrazio il Comitato fiera diretto da Davide Bollani per l’assiduo impegno nel portare avanti e rinnovare la manifestazione fieristica, che è simbolo di accoglienza e vetrina delle eccellenze della nostra comunità. Un evento che però non è solo vetrina, ma sa coniugare tradizione, territorio e innovazione. Alcuni appuntamenti ne sono la prova: la nuova mostra dei semi antichi a Palazzo Zambelli, il convegno sul geoportale e l’innovazione tecnologica, per esempio. L’impegno nel cercare di inserire sempre nuove iniziative per rendere più accattivante e diversificare programma, coinvolgendo nuove realtà, merita non solo il nostro plauso ma l’apprezzamento di migliaia di visitatori che aspettiamo a Lonato dal 13 al 15 gennaio».

Anche quest’anno, aggiunge il direttore del Comitato fiera Davide Bollani, «siamo riusciti a creare un programma vario e con tantissime iniziative che cercano di soddisfare le aspettative del numeroso pubblico della Fiera. Gli espositori sono già più di 200 e altri si aggiungeranno nei prossimi giorni».

Le giornate in fiera offriranno molte occasioni di svago: degustazioni gratuite, gare gastronomiche, momenti legati alla cultura e alle tradizioni d’altri tempi come l’esposizione dell’os de stomèch da guinnes dei primati, numerose mostre e presentazioni di libri, laboratori e ben cinque convegni spaziando dall’enogastronomia al territorio all’innovazione tecnologica, rievocazioni storiche, ballo liscio, esibizioni cinofile, visite guidate ai principali monumenti cittadini, l’immancabile Palio delle frazioni della domenica pomeriggio, l’animazione e il luna park per i più piccoli, decine di mezzi d’epoca in bella mostra e tanto altro ancora nel lungo fine settimana di metà gennaio. Tutto in un’unica manifestazione a ingresso gratuito.