Strumenti

Nella convulsa vicenda che coinvolge l’amministrazione comunale dopo la sospensione del sindaco Vezzola, prende la parola il vicesindaco Sergio Bertoloni per rispondere all’opposizione che aveva chiesto dimissioni e conseguenti elezioni anticipate.

«Carissimo Direttore di 51 news, mi rendo conto della situazione del Comune di Gavardo, e della sua Amministrazione in particolare, in seguito alla sospensione del Sindaco, protocollata in data 16 gennaio (oggi) dai nostri uffici, al Segretario Comunale ed a me, Vice Sindaco di Gavardo, per conoscenza. Voglio sottolineare il mio rammarico per l’episodio e naturalmente esprimere la mia completa ed umana solidarietà al Sindaco di Gavardo Emanuele Vezzola, Sindaco eletto dai cittadini di Gavardo. Vedo che la minoranza grida a gran voce, “reclamando” le dimissioni del Sindaco per motivi puramente politici e “morali” di cui ci sarebbe tanto da discutere, anche perché ancora una volta non comprendo dove vada a finire, ancora una volta, il garantismo di questi progressisti di sinistra. Lasciamo perdere.

Intanto si chieda al Vicesindaco se si vuole dimettere, perché anche lui potrebbe avere un ruolo decisivo. La situazione non è nuova ed è perfettamente disciplinata dalla sentenza del Consiglio di Stato, I Sezione, 14 giugno 2001, n. 501/2001. E’ un’utile lettura per capire meglio di che cosa si parli (io l’ho letta tutta per bene), ma la questione è riassunta nel titolo stesso: “I pieni poteri del vicesindaco nel periodo di reggenza fino alla convocazione dei comizi, la necessaria nomina del commissario nel caso di successivo impedimento, rimozione o decesso del vicesindaco reggente”.

E’ tutto qui. Per quanto riguarda il decesso, visto che mi riguarda “faccio le corna”, per il resto informo la cittadinanza che la maggioranza è solida ed assai determinata nel portare a termine l’Amministrazione. Se le minoranze ritengono illegittima questa Amministrazione così costituita, faccia i ricorsi che vuole, intanto noi amministreremo nella più piena legalità e non ci faremo certo intimorire da uscite dal Consiglio Comunale, come è già accaduto, senza espressione di voto o qualsivoglia altra forma di protesta.

Ringrazio per l’ospitalità».

Vicesindaco del Comune di Gavardo Sergio Bertoloni