Strumenti

La storia in un viaggio. Gli studenti delle scuole di Desenzano e il viaggio sui luoghi della Shoah.

Con la legge n. 211 del 2000 il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, è stato riconosciuto come “Giorno della Memoria” per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei e gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte nei campi nazisti.

Per il “Giorno della memoria” 2017 il Comune di Desenzano del Garda – Assessorato all’Istruzione, in collaborazione con il Centro Studi e Ricerche storiche dell’Anei (associazione nazionale ex internati) di Brescia, organizza nella biblioteca civica di Villa Brunati un momento di riflessione aperto alla cittadinanza.

Martedì 24 gennaio alle ore 17.30 gli studenti e gli insegnanti degli istituti superiori desenzanesi che nel novembre scorso hanno preso parte al “viaggio della memoria” saranno protagonisti di questo evento. Come afferma l’assessore alla Cultura e all’Istruzione Antonella Soccini, «i ragazzi restituiranno alla cittadinanza la loro esperienza nei luoghi della Shoah attraverso filmati, letture, immagini e musiche da loro prodotti, in una serata sicuramente toccante e di riflessione per ognuno di noi».

Il viaggio si è svolto dall’8 al 12 novembre scorso con 37 studenti degli Istituti superiori “Caterina De’ Medici”, “Bagatta” e “Bazoli-Polo”, accompagnati da un docente per ogni scuola e dalla professoressa Maria Piras del Centro Studi e Ricerche storiche Anei, attraverso la Polonia e con visite a Cracovia (ghetto ebraico) e Auschwitz / Birkenau.

I “viaggi della memoria” sono un progetto didattico avviato nel 2001 dall’Anei di Brescia in collaborazione con le amministrazioni e con gli istituti scolastici di alcuni Comuni bresciani. Oltre a Desenzano, che lo ha sostenuto con 7.500 euro, hanno partecipato e contribuito i Comuni di Bedizzole, Calcinato, Carpenedolo, Castelgoffredo, Manerba, Padenghe, Polpenazze, Sirmione e Soiano.