Strumenti

Questa sera, mercoledì 1 marzo, alle 20:30 presso l’auditorium della scuola secondaria Calini, l’amministrazione comunale e l’istituto comprensivo hanno organizzato un incontro su adolescenti e internet nell’ambito del percorso annuale che coinvolge gli alunni delle scuole. Sono invitati insegnanti, genitori, educatori e tutti i cittadini interessati.

Nel mondo sempre connesso dei ragazzi di oggi, per non rischiare l’incomunicabilità gli adulti devono conoscere il web e incontrare i ragazzi anche nel loro “territorio”. Chi è educatore, inoltre, non può evitare di mettere in guardia dai pericoli dei social e più in generale dell’uso (e abuso) di internet.

Per questi motivi l’amministrazione comunale ha finanziato un percorso annuale che coinvolge gli alunni di quinta delle scuole primarie del paese più l’intera scuola secondaria di primo grado, per un totale di circa 500 ragazzi. Attraverso letture, laboratori e incontri con gli esperti della Polizia di Stato, i ragazzi stanno diventando più attenti e sensibili a tematiche che li toccano quotidianamente: maturare gli strumenti per sapersi difendere può fare la differenza sul loro futuro benessere, a partire dai rischi del cyberbullismo e della pedopornografia. 

Alcuni mesi fa il confronto si era aperto con Domenico Geracitano, collaboratore tecnico capo della polizia e scrittore di libri sui pericoli della rete, e aveva visto un pubblico attento e numeroso partecipare all’evento. Questa sera, invece, Jessica Tinini, psicologa dello sviluppo e coautrice dei libri dello stesso Geracitano, interverrà sul tema “Internet: una nuova dipendenza? Come usare internet e non farsi usare”.

Dettagli sul precedente incontro nel nostro articolo: Bedizzole: fare rete per un buon uso di Internet 

Nella foto, l'incontro precedente con gli assessori Rosangela Comini e Graziella Vedovello, la vicepreside Carla Ronchi, Domenico Geracitano e Riccardo, uno studente della scuola media Calini.