Strumenti

Il primo premio dell’Italian Teacher Prize 2017 è stato assegnato ad Annamaria Berenzi, professoressa di matematica nella scuola superiore, che insegna ai ragazzi della Oncoematologia e della Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza presso gli Spedali Civili di Brescia.

Il premio, istituito dal MIUR per riconoscere la qualità dei docenti, quest’anno è approdato nella nostra città e la giuria del Ministero ha stabilito che il primo posto tra i migliori insegnanti della penisola spettava a un’insegnante coraggiosa, titolare di cattedra all’ITIS Castelli, ma da anni dedita all’insegnamento tra le mura dell’ospedale, con ragazzi che affrontano ogni giorno battaglie difficilissime. Il riconoscimento, del valore di 50mila, euro verrà speso in progetti didattici e in proposito la prof. Berenzi ha le idee chiare: vorrebbe destinarlo alla realizzazione del progetto “In viaggio per guarire”, con lo scopo di offrire agli studenti ricoverati spazi al di fuori delle stanze di degenza in cui confrontarsi, fare amicizia, scambiarsi esperienze; inoltre le piacerebbe portare i suoi studenti in giro per l’Italia, per una campagna di responsabilizzazione con tappe in diverse scuole.

La docente è stata premiata dal ministro Valeria Fedeli e dallo scrittore Eraldo Affinati. La sua candidatura era stata avanzata da una ex allieva della professoressa Berenzi. «Ringrazio Alessia - ha detto commossa la docente - per la sua tenacia e la sua determinazione. È lei che voleva farmi vincere a tutti i costi». Una prima selezione, nei mesi scorsi, aveva ridotto da 11mila a 50 i docenti candidati da colleghi e dirigenti, o autocandidatisi. Una giuria nazionale composta da personalità di spicco della società italiana ha poi individuato tra i 50 nominativi rimasti in lizza i 10 finalisti. Di questi, i primi 5 hanno ricevuto il denaro messo in palio: 50mila euro alla prima classificata, 30mila agli altri quattro.

«È stata una grande emozione partecipare alla cerimonia di consegna del premio – così si è espressa Simonetta Tebaldini, dirigente scolastica dell’istituto Castelli - la gioia della professoressa è grande quanto l’emozione di tutte le scuole bresciane perché il premio di Anna è il premio di tutti». «Sono particolarmente orgoglioso ed onorato – ha dichiarato Ezio Belleri, direttore generale dell’ASST Spedali Civili di Brescia – del fatto che, da più di dieci anni, la prof. Berenzi eserciti la propria preziosa attività all’interno dei reparti pediatrici del nostro Ospedale. Certamente il riconoscimento che le è stato conferito dal Ministero dell’Istruzione testimonia la grande passione e professionalità con le quali ha saputo affrontare il particolare e delicato compito che ha deciso di svolgere».