Strumenti

È partita ieri la sperimentazione realizzata dalla Comunità Montana della Valle Sabbia che, grazie a Secoval; permetterà di guardare oltre Google Maps con una precisione da primato.

A Villanuova sul Clisi ha avuto inizio ieri l'innovativa campagna di rilevazione del territorio realizzata dalla Comunità Montana di Valle Sabbia, attraverso il proprio braccio operativo Secoval: si tratta di un sistema di mobile mapping altamente affidabile e innovativo che – attraverso laserscanner, droni, sistemi veicolari di rilevazione climatica, telecamere e altri strumenti tecnologici – è in grado di restituire tutte le informazioni geospaziali territoriali con una precisione da primato.

Obiettivo della campagna è quello di realizzare una banca dati dei numeri civici e uno stradario attendibile e certificato. «Conoscere la posizione delle utenze con precisioni centimetriche – spiega il Presidente della Comunità Montana di Valle Sabbia Giovanmaria Flocchini – potrà agevolare molti futuri servizi quali, ad esempio, la raccolta dei rifiuti porta a porta, fino ad arrivare a definire mappe certificate per le auto senza guidatore. L’ampia mole di dati acquisita potrà essere utilizzata anche per fornire informazioni accurate sullo stato delle strade, sulla segnaletica stradale, sugli impianti di illuminazione e tutto ciò che costituisce il patrimonio da gestire a cura dell’ente. Un simile catasto d' informazioni potrà infine alimentare i servizi per lo sviluppo della Smart City».

La piattaforma utilizzata sarà Geolander® della ditta Gemmlab di Padova. La sperimentazione, iniziata dal Comune di Villanuova sul Clisi, proseguirà con Gavardo e Vallio Terme: i territori di questi tre comuni sono infatti idonei a valutare i tempi di realizzazione e le possibili applicazioni su scala di Valle. Nello specifico, tutte le strade dei tre Comuni saranno attraversate da un veicolo attrezzato con due laserscanner, videocamere ad alta risoluzione e due ricevitori GPS, che consentirà di acquisire mappe 3D restituite con livelli di precisione ed accuratezza mai raggiunti fino ad ora.

«Questa nuova sfida – continua Flocchini – è possibile grazie al lavoro di riordino degli archivi e delle banche dati portato avanti negli anni da Secoval e ne rappresenta il completamento: abbiamo infatti ritenuto fondamentale costituire una fotografia 3D precisa e puntuale del territorio per chiudere il cerchio partendo dal concetto di posizione certificata, affidabile e accurata». Gli fa eco il sindaco di Villanuova Michele Zanardi: «Ci fa piacere che la sperimentazione prenda avvio proprio dal nostro Comune. Alla nostra amministrazione è, infatti, molto caro il tema dell’innovazione e della digitalizzazione della pubblica amministrazione come strumenti utili alla semplificazione dei rapporti amministrativi tra cittadino e Comune». 

Il rilievo sarà rapido e non intralcerà la circolazione stradale. Tutte le informazioni acquisite saranno integrate e incrociate con la ricca banca dati territoriale di Secoval per gestire le città del futuro.