Strumenti

La cerimonia di intitolazione è svolta domenica 29 ottobre, a partire dalle 10:30 a Clusane. Don Piero è il fondatore degli ambulatori Raphael e del centro medico Laudato si’, inaugurato lo scorso febbraio a Rivoltella.

L’amministrazione comunale di Iseo ha di recente deliberato di intestare una via di Clusane a don Pierino Ferrari, sacerdote diocesano nativo del paese e parroco di Clusane dal 1982 al 2004. Il ritrovo per la cerimonia era presso la chiesa parrocchiale Cristo Re di Clusane, dove alle 10:30 si è celebrata la messa. Alle 11:10 è stata scoperta la targa con l’intitolazione “Via Don Pierino Ferrari”. A seguire, la visita alle comunità create da don Pierino e un momento conviviale.

A Clusane, don Pierino ha lasciato un’eredità che non può essere dimenticata dalla comunità religiosa, guidata e indirizzata con sapienza e saggezza per tanti anni. Don Piero ha operato però ben oltre i confini della parrocchia, promuovendo la nascita di numerose opere destinate a rispondere ai bisogni soprattutto dei più deboli.

Il suo carisma e la sua capacità profetica gli hanno infuso il coraggio dei visionari, permettendogli di vivere il Vangelo attraverso realizzazioni di opere di carità di cui anche la comunità civile continua tuttora a godere. Scriveva a un’amica: «A me pare (se sbaglio non importa) di dover fare il profeta (nel senso più semplice e antipatico della parola... non comunque profeta di malaugurio)». 

Don Piero si colloca nella schiera dei sacerdoti bresciani che hanno rinnovato l'impegno pastorale facendo leva sullo zelo apostolico e sulla capacità di discernimento nella lettura dei segni dei tempi.

Nella foto di copertina, un momento della intitolazione vede ritratti, da sinistra, il presidente della fondazione Laudato si' onlus don Dario Pedretti, il prefetto di Brescia Annunziato Vardé, il sindaco di Iseo Riccardo Venchiarutti, il parroco don Giuliano Baronio e Giacomo Ferrari, fratello di don Piero.