Strumenti

Gavardo verso le elezioni dopo il commissariamento. Interviene anche la minoranza (nell'ex consiglio) di "Gavardo rinasce".

Cari Concittadini, gentile Direttore,

Buongiorno

Negli ultimi giorni abbiamo letto, con un po’ di sorpresa, i comunicati di Gavardo in Movimento relativi all’andamento dei colloqui per la possibile costituzione di una lista civica unitaria per le prossime Comunali.

Sorpresa, perché quei comunicati giungono al posto di importanti risposte che da loro attendevamo, e perché vediamo venir meno il vincolo di reciproca riservatezza che ci eravamo dati, come si usa tra persone serie e di parola, specialmente in una fase così delicata.

Sorpresa, soprattutto, perché in essi ravvisiamo alcune grosse inesattezze che riteniamo corretto e doveroso rettificare. Per questo motivo, è a distanza di qualche giorno che abbiamo scelto di prendere una posizione dovuta, scevra da polemiche strumentali e irrispettose e con l’intento di fare chiarezza.

In particolar modo:

o   Gavardo Rinasce è un gruppo civico, nato cinque anni fa da persone con storie e sensibilità diverse ed appartenenze differenti e varie, che ad un certo momento hanno deciso di lasciar fuori dall’uscio le divisioni ideologiche ed impegnarsi insieme per proporre un’alternativa sana e credibile all’amministrazione del nostro bel paese. Quell’iniziativa ha raccolto notevole consenso, ed è arrivata ad un passo dal vincere le scorse Comunali. E’ poi proseguita con un impegno assiduo del nostro gruppo di minoranza. Gavardo Rinasce è sostenuto – anche – dal PD, tuttavia è un gruppo di persone che camminano con le proprie gambe e ragionano con la propria testa. 

o   Non esiste alcun accordo politico tra Gavardo Rinasce e la Lega, o tra qualsivoglia sua parte e la Lega.

Ovviamente noi parliamo con tutti, come doveroso e giusto in questa fase, e come siamo convinti stia facendo anche Gavardo in Movimento. Ciò non è disdicevole ed è anzi l’essenza stessa della Politica: raccogliere e fare sintesi delle diverse istanze, in un percorso pienamente democratico. Lo è ancora di più se si contestualizza il tutto nella Gavardo di oggi, lacerata da personalismi, abbruttita ed impoverita dalla mala gestione degli ultimi anni, e reduce dalla vergogna del commissariamento.

Se veramente auspichiamo un cambio di passo per il nostro Comune, e vogliamo dare modo di rimarginare le divisioni che rischiano di avvelenare anche il futuro dei nostri figli, è doveroso aprirsi anche a chi non la pensa esattamente come noi, senza chiedere quali tessere abbia in tasca; perché no, pure a chi vota Lega alle Politiche, oppure ha votato Lega alle scorse Comunali, certamente sperando in qualcosa di meglio di quanto poi verificatosi a Gavardo negli ultimi anni.

Come avrete facilmente intuito, tutto ciò è molto diverso – nella forma e nella sostanza – da un accordo politico e di programma con il partito Lega.

o   Non c’è contraddizione tra il documento congiunto a suo tempo stilato da PD e Gavardo in Movimento, ed il percorso che Gavardo Rinasce sta proponendo. Come ben spiegato in quello stesso documento, esso è finalizzato all’approfondimento di alcuni possibili punti programmatici, e propedeutico all’avvio di un’iniziativa civica non limitata alle sole forze politiche che lo hanno redatto. 

Gavardo Rinasce ha quindi formulato a Gavardo in Movimento una proposta chiara e trasparente, l’unica possibile perché un percorso civico sia veramente tale, ed è la medesima che rivolgiamo a tutti i cittadini disposti a mettersi in gioco con noi: chiedere a partiti e movimenti di fare un passo indietro, per promuovere la formazione di un gruppo di persone oneste, capaci, e libere da condizionamenti, che si candidino ad amministrare Gavardo. Senza vincoli ideologici, riconoscendosi in alcuni valori di fondo (che abbiamo esplicitato già tempo fa nella nostra “carta”) e nell’impegno ad una netta discontinuità con il recente passato dell’amministrazione del nostro Comune.

Abbiamo formulato la nostra proposta nelle sedi opportune, perché la Politica non si fa sui social: quella si chiama propaganda, e diffidiamo dal cercare il facile consenso di un “like” o di una condivisione di un post di Facebook, che possono gratificare nell’immediato ma che purtroppo, in definitiva, non costruiscono nulla.

La Politica si fa sedendosi, confrontandosi ed, in ultima analisi, prendendosi delle responsabilità di fronte ai propri concittadini.

Si può fare i primi della classe, ci si può chiudere – come già avvenuto in passato – nella propria comoda torre d’avorio; oppure ci si può sporcare le mani e mettersi al servizio di qualcosa di più ambizioso ed utile per la comunità.

Questa è la sfida che abbiamo davanti: anche se costa fatica, è secondo noi l’unica via percorribile. Invitiamo ciascuno a riflettere serenamente su ciò, a maturare un’opinione a riguardo ed a trarne le conseguenze.

A Gavardo in Movimento, che cita Gaber, vogliamo pertanto rispondere con le parole di Fabrizio De André:

 

“…Dai diamanti non nasce niente,

dal letame nascono i fiori”

 

Cordialmente,

Il Direttivo di Gavardo Rinasce