Strumenti

Giovanni Cottini ha sciolto la riserva e con lui si ricandida l’intera squadra della lista “Per Bedizzole, Democrazia e solidarietà”, che ha retto il paese nell’ultimo quinquennio. Determinanti la piena unione del gruppo e l’incoraggiamento di molti bedizzolesi.

Un gruppo unito, animato da entusiasmo e dalla voglia di continuare quanto avviato. Sindaco e giunta sono pronti a chiedere ai cittadini un secondo mandato, «con serenità e sobrietà – sono le parole di Cottini – ma anche con determinazione perché, pur avendo conseguito risultati positivi, sono ancora tanti i progetti da portare a termine e altrettante le nuove idee da realizzare». Oltre al gruppo degli attuali amministratori, il primo cittadino annuncia l’innesto di alcuni giovani che in questi anni si sono distinti nelle commissioni o nel volontariato, linfa vitale per il futuro, così da creare un circolo virtuoso tra chi ha in dote l’esperienza e la generazione che amministrerà il paese nei prossimi anni.

Il vicesindaco e assessore a Lavori pubblici e Ambiente, Flavio Piardi, sottolinea con soddisfazione che da quando c’è l’elezione diretta del sindaco questa è la prima volta che a Bedizzole giunta e gruppo consiliare non perdono pezzi e arrivano a fine mandato con la stessa coesione che li animava cinque anni fa. «Lo spirito di collaborazione e l’amicizia che si è creata fra noi – ribadisce – lasceranno il segno nelle nostre vite a prescindere da ciò che succederà».

Gli fa eco Rosangela Comini, assessore a Pubblica Istruzione, Cultura e Partecipazione, che mette subito a fuoco i termini “ascolto” e “partecipazione” quali parole simbolo dell’esperienza amministrativa. «Tra le novità introdotte – cita con orgoglio – ci sono i portavoce di frazione, coinvolti anche nel tentativo sperimentale di costruire un bilancio partecipato; la consulta giovani, che ha lavorato con grande impegno elaborando progetti significativi; infine il consiglio comunale dei ragazzi, fiore all’occhiello dell’amministrazione, esperienza che ha fatto percorrere ai ragazzi nuove vie di partecipazione e fornito loro nuovi strumenti di conoscenza, oltre che competenze spendibili nel loro cammino di formazione. Una politica che si fa promuovendo cultura, il che è davvero nobile» conclude Rosangela Comini.

Graziella Vedovello, assessore a Servizi sociali e Pari opportunità, aggiunge all’elenco delle nuove creazioni anche la commissione pari opportunità, che ha promosso iniziative di rilievo in un clima di feconda collaborazione. «Da parte mia – sottolinea – ho cercato di essere sempre presente con umiltà e rispetto, ascoltando le esigenze di tutti coloro che ho incontrato, perché nel mio ambito mettere al centro la persona fa la differenza». Anche Giuseppe Berthoud, assessore al Bilancio, insiste sull’ascolto come cifra caratteristica fin dall’inizio «anche perché – precisa – fingere di ascoltare o ascoltare solo a fine mandato crea solo sfiducia e diffidenza. Inoltre, la comunicazione è sempre stata improntata alla trasparenza, nella massima semplicità, perché solo così si è credibili». 

L’assessore alle Attività produttive e allo Sport, Diego Fabbri, ha puntato sull’aggregazione, «in un dialogo continuo e proficuo con l’associazionismo sportivo e con un occhio di riguardo per il settore giovanile, palestra formativa per eccellenza». La stessa collaborazione si è rivelata vincente anche nella promozione dello sviluppo produttivo del territorio. La riqualificazione degli impianti sportivi si conclude in questa tornata con lo stanziamento dei soldi per il nuovo campo di calcio, ma in futuro è prevista la creazione di un centro sportivo polivalente per il quale i tempi sono ormai maturi. A questo proposito Luca Gazzola, capogruppo consiliare – il più giovane della nostra provincia – riconosce che cinque anni sono effettivamente pochi per un lavoro sistematico in un centro di medie dimensioni come Bedizzole, anche perché molti progetti sono tuttora da ottimizzare o smussare, mentre ne nascono continuamente di nuovi sulla scorta di quanto viene portato a termine.

In conclusione, il sindaco Cottini ringrazia tutti coloro che si sono impegnati nell’amministrazione e nella partecipazione istituzionale. Si augura, infine, che la prossima campagna elettorale sia serena, incentrata sul confronto dei programmi e sul rispetto reciproco fra le parti, come del resto è stato in questo quinquennio il clima abituale dei consigli comunali bedizzolesi.

Giovanna Gamba