Strumenti

A un giorno dalla partenza, prevista domani alle 14:30 in viale Venezia, ci divertiamo a dare un po' i numeri. 

Da domani, giovedì 14, a domenica 17 riparte quella ormai nota a tutti come la corsa più bella del mondo, trentatreesima rievocazione storica  dopo le 24 in velocità disputate fra il 1927 e il 1957. Dopo l'esperimento positivo dell'anno scorso, anche questa edizione sarà distribuita in quattro giornate con relative tappe per i circa 1760 chilometri del percorso: Brescia-Rimini giovedì, Rimini-Roma venerdì (con pausa pranzo a Senigallia), Roma-Parma sabato (pranzo a Cascina, Pisa) e gran finale Parma-Brescia domenica, con arrivo della prima vettura alle 13. 

Gli organizzatori sottolineano quest'anno il record di automobili in gara, 438 (430 accettate più 8 della categoria militare), di 67 marche diverse tra cui primeggiano Mercedes-Benz e Alfa Romeo, con 38 vetture ciascuna. Da Canada e Argentina fino a Malesia e Nuova Zelanda, passando per Sudafrica, India, Cina e più o meno tutta Europa, i paesi rappresentati sono 44, mentre il numero delle persone coinvolte è quasi impressionante: 1600 tra equipaggi e assistenti al seguito, 2000 dell'organizzazione e più di 1500 giornalisti accreditati, ma il bilancio non è ancora definitivo.

Alcune novità da segnalare: innanzi tutto sono aumentate le prove che determineranno la classifica, salite a 84 di cui 76 tradizionali e 8 di media; inoltre, è stato abolito il bonus assegnato alle vetture partecipanti a un'edizione fra il ‘27 e il ’57, decisione che ha generato qualche discussione, ma che permetterà di livellare al massimo il valore sportivo in campo. In omaggio a EXPO, combinazione davvero unica nella storia, sono state introdotte delle prove cronometrate all’autodromo di Monza, nella sezione alta velocità recentemente restaurata. Al vincitore, l’Automobile Club di Milano consegnerà il trofeo intitolato al grande Alberto Ascari. Il tributo a EXPO continuerà attraversando per la prima volta la Franciacorta tra i vigneti ormai famosi in tutto il mondo.

Giovanna Gamba

La 1000 MIGLIA come non ve l'hanno mai raccontata!