51media2

Strumenti

Lunedì 1° giugno ore 21, al teatro CTM di Rezzato, spettacolo con l'attore Valerio Busseni e la banda comunale del paese, diretta dal maestro Umberto Antonelli. Testo e regia di Ennio Pasinetti. Ingresso libero.

L’occasione della festa della Repubblica è il contesto ideale per affrontare  un viaggio collettivo nella nostra storia. Ne avremo l'opportunità lunedì sera, grazie a un inedito allestimento frutto della sinergia tra teatro e musica, con la voce narrante di Valerio Busseni a rievocare alcuni snodi fondamentali vissuti dal nostro Paese a partire dal Risorgimento e fino alla nascita della democrazia. Il tutto scandito attraverso le vicende della protagonista fuori campo, nata nello stesso giorno del referendum istituzionale, che muove i primi passi insieme alla neonata Repubblica, sentendo narrare dagli adulti intorno a lei i passaggi che portarono all'unità nazionale, alcuni eventi del Regno, la sanguinosa carneficina della grande guerra, l'orrore della seconda guerra mondiale, il riscatto della Resistenza... la rinascita dalle macerie, e non solo da quelle materiali.

Più di un secolo di storia vivificato attraverso una sorta di colonna sonora d’Italia, con brani sia classici che leggeri, come il Nabucco o La bella Gigogin, o ancora L'inno a Garibaldi, Il trionfo e molti altri. Le musiche e i testi si alterneranno, ma sarebbe più corretto affermare che si intersecheranno, sostenendosi a vicenda in un'esperienza coinvolgente e originale. Chi ha qualche anno in più e conosce già i brani bandistici ritroverà gli ideali alti e nobili del nostro passato, mentre i più giovani conosceranno forse per la prima volta certi passaggi significativi della nostra storia. Parole e musica in relazione fra loro potranno a loro volta far incontrare generazioni diverse negli attimi magici in cui si spengono le luci in sala e sul palco si accende un altro mondo. Lunedì, forse, ci sentiremo tutti nati il 2 giugno 1946.

Giovanna Gamba