Strumenti

Grimpeur race di Gavardo:il bilancio del presidente Renato Grumi.

 

A due giorni dalla gara possiamo iniziare a tirare le somme.

Direi che il lavoro svolto in questi tre mesi precedenti hanno dato i loro frutti, lo dimostra la grande adesione degli atleti partecipanti, 314 partenti, ben 120 in più della scorsa edizione la prima a livello nazionale per l’ASD TEMPOPERSO DI GAVARDO.

Le novità principali di quest’anno sono state , la partenza dalla pista di atletica del centro sportivo KAROL WOJTYLA di Gavardo e soprattutto la novità del percorso, che ha subìto alcune varianti rispetto all’anno scorso.

Abbiamo tolto il tratto in asfalto che scende in centro al paese, al contrario abbiamo aggiunto dei pezzi sullo sterrato, mirando più a quello che è la disciplina della corsa in montagna e valorizzando quella che può essere considerata l’estetica del percorso.

E qui voglio ringraziare i proprietari che ci hanno lasciato transitare nei loro terreni.

Questa novità del percorso è stata apprezzata e approvata dai molti atleti di alto livello che hanno partecipato

Su tutti il vincitore per la seconda volta Alessandro Rambaldini per la categoria maschile e Sara Bottarelli per la categoria femminile.

Dietro di loro per citare solo il podio e senza nulla togliere a livello agonistico sono arrivati,  Marco Filosi e Marco Zanoni,  Ana Nanu e Nives Carobbio  che dopo la seconda prova sono in lotta per la classifica del grand prix.

 

Alla fine di questa giornata positiva non possiamo che essere contenti di questa crescita sia di numero che di qualità.

 Significa che stiamo percorrendo la strada giusta e senza porci limiti continueremo a lavorare per migliorare la nostra gara.

 

Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato.

 

Il Presidente  di Tempo Perso                                                                                                                   Renato Grumi