Strumenti

Cambio al vertice  per la Società Canottieri Garda. Il "timone" passa a Marco Maroni che succede a Giorgio Bolla. E' la staffetta ideale  tra due veri appassionati, praticanti sia del nuoto, sia della vela, tra gli animatori, in particolare, della gara del fondo del Golfo e della Trans lac en du velica, dove mitica restò una loro navigazione notturna durante una rara notte di nebbia sul lago.

Marco Maroni oltre che a succedere a Bolla, succede a suo padre Attilio, altro grande presidente nel  passato.

Marco Maroni avrà come vice Vittorio Minervini. Il consiglio sarà formato da Rodolfo Bergamaschi (recentemente eletto presidente della 14a Zona di Federvela), Giorgio Bolla, Marco Levrangi, Mattia Masperi, Fabio Rizzardini, Luca Tonoli, Massimo Tosi, Andrea Venturelli, Cesare Zana, Revisore dei conti

Alberto Scotti. La Canottieri Chiude così la sua stagione dei 125 anni. Apre quella nuova con grandi speranze, la nuova gestione degli impianti sportivi che oltre al Centro Sportivo, la Piscina, affianca ora il Tennis, oltre ovviemente alle strutture a lago per la pratica del Canottaggio e della vela. Il 2016 è stato ricco di soddisfazioni grazie a Laura Meriano che ha riportato lo sport nobile del remo ai massimi vertici mondiali con l'argento al Mondiale Junior e l'Oro nella regata del Woman Eights di Londra. La vela che ha visto con la seconda partecipazione alle Paralympiadi di Antonio Squizzato, in gara con "2.4 metre". Il significativo Argento nel Mondiale Misto Jr (49Er e FX) per Paola Bergamaschi (prime ragazze) con la timoniera spezzina Ottavia Raggio; Lorenzo Borello è secon i Turboden dell'Ufetto 22, Enrico Fonda Campione Italiano con il Meteor, Carlo Fracassoli con Fabio Gasparri, Diego Franchini, Pietro Corbucci, Alessandro Giacomini e Francesco Tranquilli, 5° Al Campionato Italiano Squadre della Champions League nazionale.