Strumenti

Un breve resoconto e l’intervista al presidente Andrea Capelli (alias “Près”) sul sesto raduno Tierni duro.

La sesta edizione del raduno Tieni duro si è svolta sabato 4 marzo nella palestra di Sabbio Chiese.

La palestra non ha visto solo appassionati di roccia, ma anche una fantastica esposizione di quadri della pittrice bresciana Gabriella Piardi. Conversando con lei, ho scoperto che questa passione di rappresentare la figura umana ed il gesto atletico degli arrampicatori è nata proprio perché lei arrampica. E da buona arrampicatrice sa quanto gli arti siano importanti in questo sport e per questo motivo gli estremi del corpo, le mani e i piedi, sono disegnati con la stessa definizione del corpo. Però non ci sono solo i climber nelle sue tele, ci sono anche città d'arte, paesaggi di posti visitati, animali, ritratti, e tutti in stile figurativo. Se avete perso la mostra, potete andare a vedere le sue opere sul suo sito www.gabriellapiardi.com 

Dopo la gara, quattro ragazze della scuola “centopercento teatro” si sono esibite ciascuna in una performance diversa di tessuti aerei. I loro movimenti fluidi facevano sembrare il loro numero un gioco da ragazzi. È stato davvero un piacere poter assistere a tanta maestria. Bravo, Près! 

Il tutto era accompagnato da un rifornito e graditissimo banchetto fatto di panini, arachidi, mandarini, colombe e bevande varie. C’era anche una bevanda che normalmente non si vede nei rinfreschi: la birra! Gli amanti ringraziano. 

Adesso sentiamo che cosa ha da dirci il presidente dell’associazione.

Signor “Pres”, che cosa ci dice? È soddisfatto del raduno?

Molto. Hanno partecipato 40 coppie, un record!

Chi sono i vincitori della sesta edizione Tieniduro?

I primi classificati sono Cesare Ligasacchi  di Preseglie e Andrea Facchetti di Vestone, ma c’era da aspettarselo, sono tra i più bravi climber a livello bresciano. Hanno scalato vie di livello 8b!  C’è da dire che l’arrampicata è proprio di famiglia, perché sono cugini!

I secondi classificati sono Teo Tommasi e Martino Pilatti.

Vuole ringraziare qualcuno?

Ringrazio tutti i miei collaboratori per aver reso possibile questo appuntamento. Il loro impegno è stato indispensabile. Un ringraziamento particolare anche agli sponsor: Euro mas, Alvah, CMC Carli, Cantine Zatti.

La palestra apre da ottobre fino a maggio. Com’è finora la situazione dei climber?

L’arrampicata sportiva non ha mai avuto così tanta popolarità come negli ultimi anni e lo dimostra il fatto che nel 2020 sarà per la prima volta inserita tra i giochi olimpici di Tokyo. Di riflesso la nostra associazione quest’anno ha visto la partecipazione di più di 200 persone che nel periodo invernale sono venute a praticare nella nostra palestra.

L’arrampicata è uno sport considerato poco femminile, ma nonostante ciò avete climber donne? Il numero di donne è aumentato?

Sì, ne abbiamo. E in questa stagione ho notato un incremento di partecipazione delle donne rispetto agli anni passati.

Come impiegherete il ricavato del raduno?

Come ogni anno il ricavato è utilizzato per l’acquisto di materiale di chiodatura da utilizzare per la manutenzione delle numerose vie presenti nelle falesie valsabbine. Ad esempio i lavori della falesia “Corna 23” a Vestone in collaborazione con il CAI. 

Climber, agenda alla mano! Il prossimo evento?

Abbiamo in programma la “Travata by night”, il consueto raduno annuale di arrampicata notturna su roccia presso la falesia di Barghe.

Grazie, signor presidente per la sua disponibilità!

Climber, allora con quest’agenda? Ve lo siete segnato? Perché non ripeto!

 

                                                                                                                                                                               Luisa Maioli