Strumenti

Emozioni a non finire nella quarta regata del Palio delle Bisse, Bandiera del Lago, svoltasi a Desenzano del Garda, davanti al solito numerosissimo pubblico italiano e straniero che riempiva il lungolago. 

La regata è stata preceduta dalla classica sfilata a terra aperta dalla Banda cittadina di Desenzano del Garda, che ha raccolto numerosi consensi da parte dei presenti che hanno ballato al coinvolgente ritmo della musica.

Vari i colpi di scena, riguardanti soprattutto la batteria A, quella degli equipaggi più forti. Inizialmente le notizie che arrivavano dal Sebino, dove il Gruppo di Clusane si è trovato in un solo colpo senza due rematori, il primo remo della Clusanina, Stefano Bracchi, è stato sostituito a causa di un infortunio, da Cesare Bosio, sulla Sebina subentrano Marco Ghezzi e Sandro Bettoni che sostituisce Simone Archetti. Nonostante tutto ciò la bissa capoclassifica a punteggio pieno, ha ottenuto la quarta vittoria consecutiva. Altra sorpresa nel secondo giro di boa, del gruppo A, Gardonese, la barca capitanata dal Presidente della Lega Bisse del Garda, Marco Righettini, ha anticipato l’entrata in boa sbagliando il passaggio ed è stata quindi costretta a rifare il giro boa perdendo tempo prezioso e vedendosi scappare gli altri equipaggi fino a quel momento in parità. Questo il risultato della batteria: primo posta appunto per la Clusanina con il tempo di 6’25”45 che ha distaccato di un metro e mezzo, equivalente ad un secondo, la Villanella di Gargnano (6’26”41) seguita da Peschiera (6’38”23), quindi Gardonese (7’02”54) a chiudere la Sebina (7’13”50). Con la quarta vittoria consecutiva Clusanina arriva a 120 punti, seguita nella classifica generale da Peschiera con 113 punti ed appaiate al terzo posto con 112 punti Villanella e Gardonese.

 

Nella regata del gruppo B, l’equipaggio vincitore ha coperto la distanza dei 1.368 m. ottenendo il miglior tempo della serata, ha vinto la Grifone di Sirmione, con Ettore Monese, Luca Sala, Emiliano Corrà e Nicola Silvestri capitanati da Agostino Domengoni, che hanno tagliato il traguardo con il tempo finale di 6’22”58, seguiti dalla Arilica di Peschiera del Garda (6’25”57), la bissa di Garda capitanata dall’inossidabile re del remo Alberto Malfer (6’30”06), i campioni uscenti di Berengario (Torri) con 6’37”51 e quindi Paratico che chiude la prova in 6’38”51.

 

Nella seconda manche, quella del gruppo C, San Vili di Garda ha regolato nell’ordine con il tempo di 6’39”21 la Nensi di Cassone (6’40”52), Montisola che con un rush finale ha ottenuto il tempo di 6’46”20 mettendo la prua davanti di una spanna alla Gioia di Gargnano (6’46”57) e l’acclamatissima bissa di casa, Sant’Angela Merici di Desenzano capitanata da Antonio Boselli, giunta al traguardo in  6’57”33.

 

La prima regata, quella del gruppo “D”, riservata come tradizione agli equipaggi esordienti, ha assegnato la vittoria  all’equipaggio iseano della Iole di Paratico con il tempo di 6’52”32 davanti ai cugini della Carmagnola di Clusane in 7’01”35, Paloma di Garda, ha fatto fermare il cronometro con il tempo di 7’01”65 ed i giovanissimi della Betty di Cassone con 7’32”81.

 

La serata organizzata magistralmente dalla Società Remiera locale guidata da Antonio Boselli con lo speakeraggio di Luigi Sansoni ha visto la chiusura con la cerimonia di premiazione alla presenza dell’assessore allo sport del Comune di Desenzano, Francesca Cerini accompagnata per l’occasione dal collega sirmionese Gianfranco Tosadori.

Bisse nuovamente in acqua sabato sera a Bardolino sulla sponda veronese, per la quinta regata del Palio delle bisse “Bandiera del lago 2018” con il seguente programma:

 

ore 17:30 Arrivo imbarcazioni;

ore 18:30 Consiglio di regata;

​ore 19:30 Partenza sfilata a terra;
ore 20:00 Barche in acqua;

ore 21:00 Ammassamento delle imbarcazioni in acqua e saluto al puibblico;

ore 21:15 Inizio gare 

ore 22:30 premiazioni.