Strumenti

Si è tenuta ne giorni scorsi nel ristorante della struttura lonatese “La Basia 2.0”, la tradizionale cena di fine anno della squadra di tiro a volo del Concaverde. Il momento conviviale, alla presenza di circa 60 commensali, è stato anche l’occasione per premiare i campioni del sodalizio gardesano relativamente alla stagione conclusa.

A fare gli onori di casa è stato il coach e tiratore Roberto Armani: «Quella appena conclusa è stata un’annata fantastica, sotto ogni punto di vista. Come squadra siamo riusciti a migliorare quanto di buono avevamo fatto l’anno scorso, conquistando gradini del podio sempre più prestigiosi, sia a livello regionale che nazionale. A livello individuale, le frecce hanno dimostrato tutta la loro caratura, come attestato dai numerosi passaggi di categoria e dalle convocazioni nella nazionale azzurra di fossa universale, con tanto di medaglie. Il gruppo è sempre più coeso, ha un’identità sempre più definita e la nostra determinazione è aumentata e aumenta di pari passo».

Come giustamente ricordato dal coach, la stagione 2018 è stata quanto mai ricca di successi e piazzamenti in tutte le discipline, specie in quella della fossa universale. Nelle gare a squadre, vanno sicuramente menzionati l’argento nel campionato invernale regionale di fossa olimpica e il bronzo in quello nazionale, così come, passando alla fossa universale, il titolo di vice-campioni nazionali d’inverno e il doppio podio (terzo e secondo gradino) nella sfida regionale invernale ed estiva. Anche a livello individuale, la pioggia di medaglie è caduta copiosa. Limitandoci agli ori, vanno citati: nella fossa olimpica, i titoli di campioni regionali invernali, rispettivamente per la 1^ categoria e il settore Ladies, di Roberto Armani e Rachele Amighetti, insieme al titolo nazionale conquistato tra i Veterani da Palmiro Menoni. Nella fossa universale, Roberto Armani ha nuovamente sbaragliato tutti nella sfida regionale tra i tiratori di 1^ categoria sia nel campionato invernale che in quello estivo, eguagliato nello skeet dal tiratore d’eccellenza Mauro Mazzoleni. Primato “estivo” regionale anche per Antonio Costantino nella 3^ categoria e Palmiro Menoni tra i Veterani. A livello nazionale, Armani e Amighetti hanno ribadito la propria supremazia nella finale del campionato italiano invernale di Uboldo. Nella specialità del fintello, a laurearsi campionessa nazionale è stata, invece, Sabrina Panzeri. A livello internazionale, a sottolineare la crescita esponenziale dei tiratori del gruppo, Rachele Amighetti, convocata dalla nazionale azzurra di fossa universale, ha ottenuto l’oro a squadre nel campionato europeo di Toledo e l’argento in quello mondiale di Sarlospuszta, ben sostenuta da Palmiro Menoni, argento europeo nella categoria dei Veterani. Per il paratrap, infine, impossibile dimenticare l’oro in coppa del mondo di Roberto Cucinotta a Chateauroux.

«Partendo dal coach e arrivando a ognuno di voi della squadra e dello staff tecnico - ha concluso il presidente del team Ivan Carella – vi ringrazio per questa strepitosa stagione. Siete stati protagonisti e ambasciatori, sulle e oltre le pedane di tiro, del nostro splendido sport e i risultati ottenuti contribuiranno alla storia della nostra società. Vi meritate tutto ciò che avete ottenuto e che ancora otterrete. Il mio apprezzamento va esteso a tutti coloro che hanno fornito il proprio contributo alla nostra struttura e a quelli che, nei più diversi modi, stanno contribuendo alla crescita del tiro a volo». 

Giusto il tempo di smaltire panettone e spumante e la squadra sarà di nuovo sulle linee di tiro per il campionato invernale. L’ambiente è coeso, concentrato e tutto fa ben sperare. I nuovi innesti hanno già dati i primi frutti e i “senatori” hanno consolidato, di gara in gara, il proprio valore. Oggi si festeggia giustamente il Natale e l’anno nuovo, presto bisognerà festeggiare qualcosa di speciale anche a livello sportivo.