Strumenti

Il grande basket è stato protagonista dell’incontro durante il quale due ospiti d’eccezione hanno presentato la situazione bresciana al Rotary Valle Sabbia guidato da Stefano Braga. 

Alessandro Santoro dal 2015 General Manager del Basket Brescia Leonessa dopo una lunga carriera da giocatore vissuta con grandi soddisfazioni, basti dire che giocò a Reggio Calabria per dodici stagioni divenendo capitano della Viola ed uno dei giocatori più rappresentativi della storia della squadra: con 337 presenze è il secondo giocatore con più partite disputate, nel 2000 la Viola ha ritirato ufficialmente la sua maglia numero 5. Luca Vitali, classe 1986, uno dei cestisti che fanno la storia del basket italiano. Dopo essere cresciuto nelle giovanili della Virtus Bologna, ha indossato la maglia di molte prestigiose squadre del massimo campionato, da Siena a Milano, da Roma a Venezia. Dall'estate del 2016 difende i colori di Basket Brescia Leonessa, con il quale è giunto alla terza stagione consecutiva. Playmaker puro con eccezionali doti da passatore, è risultato il miglior assistman delle ultime tre stagioni in Serie A (record mai raggiunto da nessun giocatore) e detiene un record finora imbattuto con il maggior numero di assist realizzati durante una sola partita del campionato italiano. È stato anche capitano della Nazionale Italiana in occasione delle gare contro Olanda e Romania valevoli per la qualificazione ai prossimi Mondiali cinesi. Ha indossato per oltre 100 partite la maglia della Nazionale.

Appassionata la testimonianza che ha reso conto della complessità delle questioni: sportive, tecniche, organizzative ma anche economiche e finanziarie che sottostanno alla gestione di una squadra importante. Grande soddisfazione per i risultati raggiunti con una punta di delusione rispetto agli ultimi risultati che puntavano a traguardi obiettivamente "sopra stimati" soprattutto da parte dei commentatori. Santoro ha voluto sottolineare che il confronto spesso riproposto con Milano, anche se può lusingare, non è però accettabile poiché il Brescia è una "piccola" squadra con un budget annuo di 4 milioni di euro mentre Milano è una "grande squadra" con un budget annuo che supera i 30 milioni di euro.

Luca Vitali ha voluto sottolineare il clima eccezionale che si realizza a Brescia tra le diverse componenti che rendono forte e amata una squadra, una sinergia rara in altri luoghi. La tifoseria, le Istituzioni, la società civile, le aziende e gli sponsor, i media, i tecnici appaiono tutti molto preparati e altrettanto affezionati e legati alla squadra offrendo una opportunità unica per i giocatori. L'auspicio è che tutti vogliano continuare a concorrere per il sostegno della Leonessa!

Al termine della serata il Presidente con il supporto del Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Brescia Cap. Lorenzo Provenzano ha donato alla squadra l'opera di Severino Del Bono "Benemerita" realizzata dal Club per il service a favore degli orfani dei Carabinieri.