Strumenti

Con il plenilunio, torna la proposta della sede bresciana dell’associazione, che questa volta rilancia e invita a percorrere i suggestivi scenari della Valvestino. Appuntamento lunedì 20 giugno alle 20:20 presso Cima Rest. Per questioni organizzative è obbligatoria l’iscrizione entro sabato 18 giugno.

 

Continuano i percorsi proposti dalle Acli di Brescia nelle notti di luna piena che, coniugando sport, riflessione e solidarietà, hanno raccolto di mese in mese una partecipazione sempre più soddisfacente e convinta: dalle poche decine di persone all’inizio, a Urago Mella il mese scorso i partecipanti erano circa 150. La prossima sfida è ardua, ma nella notte del solstizio estivo - la più breve dell’anno - ci voleva una proposta speciale.

Ecco dunque un percorso impegnativo, tra pascoli e fienili in quota, ma sicuramente di grande effetto. Come sempre, due itinerari distinti, uno da completare a piedi e l’altro in bicicletta. Per chi pedala, è previsto un percorso di 26 km (580m di dislivello) con partenza da Borgo Cima Rest per poi proseguire verso Magasa, Rotonda Turano, Persone, Moerna, Capovalle, Molino di Bollone, fino alla rotonda Turano, dove i ciclisti risaliranno in furgone a Cima Rest. Chi cammina, invece, affronterà un anello di 7 km (350m di dislivello) a partire da Cima Rest per poi percorrere il sentiero 69, raggiungere Malga Alvezza, continuare il sentiero 69 e passare per Denai, via don Venturini, strada per Magasa, chiesetta alpina, fino all’arrivo di nuovo a Cima Rest.

Prima della partenza, la riflessione in questa occasione sarà dedicata al diritto di asilo tra solidarietà, accoglienza e integrazione, con l’ascolto di alcune testimonianze sul tema. A tutti, in ogni caso, gli organizzatori ricordano ciò che sta loro molto a cuore circa l’iniziativa: «Non è una gara. Cammina e pedala, ma non dimenticare di sorridere, di parlare con chi ti sta accanto, di godere della natura e di ciò che ti circonda».

La quota di partecipazione è 5 euro per chi cammina e 10 per chi pedala. Il ricavato, come sempre, sarà devoluto all’associazione Famiglie SMA onlus, per finanziare la ricerca sull’atrofia muscolare spinale, una malattia neuromuscolare rara che colpisce i bambini e porta a una progressiva paralisi dei muscoli addetti a movimento, respirazione e deglutizione.

L’organizzazione ricorda che è assolutamente necessario iscriversi entro sabato 18 giugno sul sito www.aclibresciane.it (su cui trovare anche i dettagli tecnici per la partecipazione) o presso la segreteria dell’US Acli Brescia (via Corsica 165). In caso di maltempo, sarà sospeso il percorso ciclistico.

Giovanna Gamba