Strumenti

E' scomparso Gaspare Pasini. Nella serata di ieri ci ha lasciato un amico, un uomo di comunità, un uomo generoso e onesto.

Settant'anni, di Quarena di Sopraponte, Gaspare era molto conosciuto non solo a Gavardo ma in tutti i paesi della zona. Dopo aver fatto per molti anni il rappresentante, aveva stretto legami e amicizie anche legate al suo interesse per l'arte. Io, Gaspare, l'ho conosciuto e credo di aver goduto della sua amicizia e della sua stima, entrambe ricambiate. Gaspare è stato un uomo buone e leale, una persona di cui ci si poteva fidare. Un genere ormai molto raro al giorno d'oggi.

Le sue grandi passioni erano la cacciia, il suo paese, la sua gente. Ha fatto a lungo il consigliere comunale a Gavardo portando sempre avanti i bisogni delle persone, quelle che si rivolgevano a lui, che gli chiedevano un aiuto e un sostegno.

Se n'è andato mentre si trovava all'ospedale di Gavardo seguito accompagnato dalla moglia Angiolina, dai figli Antonio e Walter, le nuore, i nipoti. La sua famiglia, lui li adorava, erano la sua vita, la sua ragione per andare avanti. Una malattia che non perdona, a cui lui non si è mai arreso, lo ha alla fine stroncato. La malattia ha vinto sul corpo sofferente di Gaspare, ma non vincerà sulla sua anima, sul suo carattere, sul ricordo che lascerà in tutti noi. Grazie Gaspare per aver fatto parte della nostra esistenza, per averci regalato la tua simpatia e la tua geneoristà. Ci mancherai. La camera ardente presso la sua casa di Quarena, i funerali si terranno giovedì alle 16 nella parrocchiale di San Lorenzo a Sopraponte.

Maria Paola Pasini