Strumenti

Il 17 novembre torna Pmi Day Industriamoci, la giornata dedicata alla cultura d'impresa promossa dal Comitato Piccola Industria di Associazione Industriale Bresciana, in collaborazione con Confidustria, Assosistema e Confagricoltura.

Molte le novità di questa ottava edizione della manifestazione, durante la quale le pmi bresciane aprono le porte agli studenti per far conoscere la loro realtà produttiva, i loro valori e il contributo fondamentale che ogni giorno sanno dare allo sviluppo e al benessere del territorio. 

"Il Pmi Day, che AIB promuove fin dalla prima edizione della Giornata nazionale delle piccole e medie imprese di Confindustria, riscuote sempre grande successo. Gli ottimi risultati ci hanno spinto quest'anno a introdurre alcune significative novità per gestire al meglio e con più efficacia la manifestazione", ha spiegato Elisa Torchiani, presidente del Comitato Piccola Industria di AIB, che questa mattina nella sede dell’Associazione ha presentato l’iniziativa insieme alla vice presidente e referente per il progetto, Cristina Volpi, al consigliere, Piermatteo Ghitti, e al presidente di Confagricoltura Brescia, Francesco Martinoni.

Si comincia allora con la giornata del 17 novembre, quando a partire dalle 9 il salone Vanvitelliano di palazzo Loggia in città diventerà il luogo per un confronto a 360 gradi sulla formazione con imprenditori, docenti e studenti, che insieme parteciperanno a un workshop interattivo per parlare di sviluppo delle competenze. Ad animare l’incontro, la compagnia teatrale Performattori che coinvolgerà i partecipanti, suddivisi in differenti tavoli di lavoro. Le attività si chiuderanno con la realizzazione di un video e un momento di condivisione dei risultati ottenuti dai diversi team.

La manifestazione non si chiuderà però con l'appuntamento al Vanvitelliano, ma proseguirà con il Pmi Day by Day per tutto febbraio 2018, un mese intero durante il quale le piccole e medie imprese bresciane apriranno le loro porte e accoglieranno gli studenti e i loro insegnanti.

"Come sempre, dunque, - ha concluso il presidente della Piccola AIB, Elisa Torchiani - imprese e scuole insieme per costruire il futuro dei nostri ragazzi, primi destinatari di questa iniziativa ai quali faremo toccare con mano il mondo dell’industria. Potranno così comprendere cos'è e come funziona un’azienda, quali obiettivi persegue, quali opportunità di lavoro può offrire e in che modo contribuisce al benessere di una comunità".