Strumenti

Riceviamo e pubblichiamo il testo del comunicato del gruppo di minoranza nell'amministrazione comunale di Gavardo (decaduta), Gavardo Rinasce.

Le dimissioni del Sindaco Vezzola e di diversi consiglieri della maggioranza, hanno portato al commissariamento del Comune di Gavardo. Il gruppo consigliare di opposizione Gavardo Rinasce - rappresentato da Manuela Maioli, Caterina Manelli, Ombretta Scalmana e Daniela Bresciani - ha voluto incontrare il Commissario Prefettizio Dott. Anna Pavone per lasciare un resoconto sulle questioni più spinose e delicate che hanno caratterizzato la gestione amministrativa dell’ultimo periodo. In un clima cordiale, mercoledì 1 agosto 2018, il Commissario Prefettizio ha accolto le 4 consigliere comunali e si è discusso di una serie di documenti depositati al protocollo del Comune e di azioni intraprese da Gavardo Rinasce, fra le quali alcune segnalazioni indirizzate a enti superiori. Lo scioglimento del Consiglio Comunale non ha permesso la discussione di alcune interpellanze e mozioni già depositate in Comune: dal progetto di ampliamento della Fondazione “La Memoria” - Casa di Riposo (che tanto ha fatto discutere e che è stato causa della rottura della maggioranza); al problema della riapertura della cava “Strubiana” sul monte Tesio (in particolare sulla pericolosità della viabilità); al teatro di Sopraponte (nemmeno di proprietà dell’Amministrazione Comunale) non ancora utilizzabile dopo 5 anni a causa di un’acustica del tutto inadeguata e ad oggi già costato 1.350.000 euro,  una spesa che si presume sarà destinata ad aumentare notevolmente se lo si vorrà rendere utilizzabile. E poi ancora, sul tema ambientale, si è discusso delle criticità causate dalle Fonderie Mora - Camozzi; ma anche della situazione di notevole degrado in cui versa Gavardo per la mancata manutenzione del verde pubblico, dei marciapiedi, del manto stradale, delle vie e delle piazze; quale collocazione potrà avere il “Tiro a Segno” che ora (probabilmente per il calibro delle armi utilizzate) sta creando problemi di convivenza fra struttura e residenti. Inoltre, ci si è soffermati sull’attenzione da porre alla situazione di indebitamento del Comune e della sua società controllata, la Gavardo Servizi s.r.l. Vogliamo ringraziare la Dott. Anna Pavone per aver ricevuto le Consigliere, ascoltandole con attenzione e cercando di capire le ragioni ed i contenuti di un lavoro puntiglioso condotto negli ultimi 4 anni. Al Commissario Prefettizio il nostro miglior “in bocca al lupo” per il lavoro che la aspetta nei prossimi mesi. Vogliamo ringraziare inoltre il Segretario comunale e tutti i dipendenti del comune di Gavardo per il supporto che è stato dato in questi anni alle Consigliere nello svolgimento della loro funzione di controllo e vigilanza.