Strumenti

48 ore di grandissima concretezza per il progetto di raccolta differenziata della Vallesabbia che da un anno ha cambiato la gestione ambientale del territorio:  mercoledì 13 marzo, a Milano e giovedì, 14 marzo, a Nozza di Vestone infatti la Società Servizi Ambiente Energia sarà al centro e protagonista di confronti di altissimo livello.

L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha tracciato le linee secondo le quali svilupperà la sua azione di regolazione del settore e il confronto, su come adempiere agli obblighi dettati dalla nuova normativa, è molto concreto. Un tema tecnico, ma che ha messo in luce la società valsabbina in un contesto di confronto nazionale, per valorizzare e raccontare l'esperienza e le soluzioni innovative adottate dalla SAE.

Il Direttore delle Società partecipate della Comunità Montana di Valle Sabbia, Marco Baccaglioni, porterà alla nutrita platea di operatori, la testimonianza della “soluzione Valsabbia” a problemi concreti che attanagliano un settore che sta diventando sempre più rilevante nel governo delle città e dei territori sia per la gestione del sistema integrato che per le attività preventive e gli aspetti contabili e finanziari.

Giovedì (14 marzo) sarà invece il palcoscenico della Valsabbia ad accogliere operatori che si sono sono accreditati da tutto il Nord Italia, e che arriveranno sino a Nozza di Vestone per un “Open Day Sae” che darà la possibilità di vedere e testare sul campo strumenti, mezzi, software e procedure utili per distribuire le attrezzature, per fare la raccolta differenziata, ma anche per applicare e gestire con professionalità e semplicità la Tariffa Puntuale.

“Il nostro territorio ha vissuto, nell'ultimo anno, una profonda trasformazione ambientale. E, credo che su questo tutti siano d'accordo, solamente in meglio! Ovviamente tanto è ancora da fare e molto da migliorare, ma abbiamo imboccato una strada importante e la stiamo percorrendo con impegno e dedizione” commenta il Presidente di CMVS, Giovanmaria Flocchini, aggiungendo: “I due appuntamenti che abbiamo alle porte sono uno stimolo verso l'amministrazione sempre più trasparente, ma anche, in parte, il riconoscimento di quanto lavoro è stato sviluppato da una squadra giovane, motivata e sempre attenta alle esigenze della comunità territoriale. Ci fa piacere che del modello-Valsabbia se ne parli e se ne discuta. Anche questo è un modo di porsi delle domande al fine di migliorare ciò che stiamo facendo e ciò che i cittadini e le aziende della Valsabbia vivono e condividono con noi quotidianamente. La nostra Valle deve diventare sempre più rejection-free”.

Questi due importanti appuntamenti permetteranno quindi di accendere i riflettori non tanto sulla Società Servizi Ambiente Energia, ma sulla visione della Comunità Montana di Valle Sabbia di mettere in campo un modello pragmatico, condiviso e vincente per tutelare l'ambiente e le città.