Strumenti

L'inverno è alle porte  ed anche nella specialità  vela si sta concludendo la stagione 2015.

 

Per l'ultima gara autunno-inverno, la Canottieri Garda Salò presenta in campo solo i Dinghy in attesa del gran finale che ci sarà nel 2016.

Fermi a riva i Protagonist e nell'attesa di vedere in gara, sulle acque del golfo di Salò, i singoli equipaggi della categoria olimpica Finn, è sceso in acqua l'altro storico olimpico di Marcello Coppola e la classifica ha ormai preso un fisionomia definita e chiara.

Infatti proprio Marcello Coppola, velista della Canottieri Lauria di Palermo, ma ormai  gardesano di adozione  in quanto direttore della Navigazione Laghi, formata dalla flotta di battelli pubblici di tutta la Lombardia, ha condotto sempre nella prima posizione l'ultima serie di sfide in acqua precedendo il bergamasco Marco Dubbini della CVT Maderno ed il Dottor Andrea Cestari della Fragilia di Desenzano.

Tutti questi atleti  hanno, curiosamente, figli che, a loro volta, frequentano i campi di gara internazionali nella classifiche olimpiche e promozionali e dunque l'amore e la passione per la vela sono sempre più una specialità  che si tramanda di padre in figlio.

Per esempio Dubbini è impegnato con il figlio nella 49Er e la figlia Alessandra, in questo anno è stata prodiera, campionessa del Mondo junior con il doppio 4.70. 

Ma la categoria Dnghy si conferma sempre più la classe dei papà.

In classifica dopo Coppola, Dubbini e Cestari ci sono i due alfieri della Canottieri Garda Salò, Corrado Mosconi e Riccardo Pallavidini, di casa in queste acque.

Ora però la stagione si chiude ed anche sul Garda si vola verso il nuovo anno in attesa di altri risultati interessanti.

 

Stefania Signori