Strumenti

L’Associazione Dilettantistica Basket Gavardo si presenta ai nastri di partenza della stagione sportiva 2016/17 con rinnovato entusiasmo, un palazzetto in fase di completa ristrutturazione e linee guida ben definite a segnare il cammino per il prossimo futuro. Il presidente Nadir Loro, alla sua terza stagione in carica, fa il punto sulle numerose iniziative in cantiere.

Una realtà in piena salute: questo in estrema sintesi lo stato del Basket Gavardo, che è cresciuto nel tempo fino a contare ora circa 180 atleti, una ventina di allenatori e moltissimi collaboratori, dalla prima squadra al fantastico mondo del minibasket. Un’associazione che si espande richiede la messa in campo di energie e sinergie sempre maggiori, una responsabilità non da poco per il presidente Nadir Loro, che infatti con il Consiglio Direttivo ha studiato nei dettagli la situazione e pianificato una strategia nuova, ambiziosa e stimolante. A lui la parola.

«Grazie alla nuova strategia che abbiamo ideato e pianificato, la società viaggerà da ora in poi su un doppio binario. Da una parte la voglia di crescere da un punto di vista organizzativo e tecnico, anche attraverso collaborazioni con altre realtà sportive, e dall’altra l’imprescindibile obiettivo di fare “rete”, di radicare sempre di più le basi dell’associazione sul territorio e veicolare gran parte delle proprie energie verso iniziative tese a tale scopo. E con in testa questi obiettivi, la società ha compiuto un grande sforzo, grazie anche al fondamentale contributo degli sponsor, per rinnovare il sodalizio con NBB Basket di Mazzano e per investire ancora maggiori risorse nell’attività giovanile locale, con un occhio di riguardo al settore Minibasket, vero cuore pulsante dell’associazione».

L’accordo con NBB Basket, società impegnata in diversi campionati nazionali, prevede la piena collaborazione nell’allestimento delle squadre giovanili maschili Under 20, Under 18 e Under 14, in modo da poter formare, sotto la guida tecnica di Fabio Tosoni e Vincenzo Lovino, ben due formazioni per ogni categoria, una impegnata a livello provinciale e l’altra a livello nazionale. Obiettivo di tale scelta è garantire la possibilità a tutti gli atleti di giocare al livello più adatto puntando al contempo alla loro crescita tecnica, agonistica e umana. Sempre in tema di collaborazioni, va sottolineato l’accordo con le società di Prevalle, Salò e Vobarno per l’allestimento di due squadre giovanili femminili iscritte ai campionati regionali Under 16 e Under 13. 

«Passando poi alle prime squadre – continua il presidente – con grande gioia anche ripresenteremo quest’anno la prima squadra femminile, iscritta al campionato regionale di Promozione e gestita, insieme all’Under 18, da Andrea Comero. Ad essa si affiancherà, dopo un anno di assenza, la prima squadra maschile, guidata da coach Tosoni e formata da tutti giocatori cresciuti nel vivaio gavardese».

Parlando di vivaio, si arriva al Minibasket, il fiore all’occhiello della società a cui tutti tengono particolarmente. «Del resto – puntualizza Nadir Loro – proprio il Minibasket ci ha regalato moltissime soddisfazioni negli ultimi 30 anni. Sotto la guida tecnica di Paola Lani, anche quest’anno più di ottanta bambini dai 6 ai 12 anni intraprenderanno la meravigliosa avventura alla scoperta del gioco della pallacanestro, con un percorso di crescita studiato per esaltare le doti di ognuno indipendentemente dall’età e dalle capacità innate. Un cammino divertente e stimolante, ricco di scoperte e di sfide». Le attività del Minibasket inizieranno a ottobre nella palestra di Sopraponte, così da coinvolgere anche le frazioni nel progetto, e termineranno a maggio inoltrato nel palazzetto di Gavardo, ristrutturato dopo 3 decenni di onorato servizio.

L’impegno però non si ferma in palestra, perché le molte persone coinvolte danno vita anche ad attività collaterali come il Progetto Scuola (sia nella scuola statale “Ferretti” che in quella paritaria “SS. Filippo e Giacomo”) e il Camp Estivo, tradizionale appuntamento di giugno capace di coinvolgere per due settimane più di cento ragazzi dai 6 ai 13 anni in travolgenti sessioni di minibasket, basket e nuoto.

 

Il tutto con un senso di profondo radicamento nel territorio, perché fare rete non significa solo proporre basket a più persone possibile, bensì guardarsi intorno alla ricerca di realtà differenti, con cui confrontarsi e collaborare per crescere insieme. «In quest’ottica – conclude il presidente Loro – il 2016 ha portato una graditissima novità, con l’adesione al progetto regionale patrocinato dal Comune di Gavardo e dalla Fondazione Cariplo “Fratelli x Sport”, atto a promuovere l’inclusione di ragazzi e ragazze speciali attraverso lo sport. Un progetto entusiasmante, emozionante e illuminante, foriero di gioia per tutti i partecipanti e capace di dare nuovo slancio a tutta la società, in vista delle numerosissime sfide che ci attendono nei prossimi mesi».