Strumenti

Una bella storia sportiva con protagonista Riccardo Toffolo,  capitano dell' A.C. Gavardo, è andata in scena domenica pomeriggio durante la partita di campionato di 1^a Categoria del Girone G dove  i gialloneri hanno trionfato contro la squadra del Valtrompia grazie ad un magico tocco del gavardese DOC classe '88.

Toffolo,  subentrato nel secondo tempo, assente dai campi per un grave infortunio a menisco e ginocchio da  ben venti mesi, ha segnato al 90° minuto la rete del definitivo 1 a 0, consegnando i tre punti alla propria squadra e permettendole così di rimanere in vetta alla classifica del girone G.

 

Riccardo è anche allenatore delle giovanili del Gavardo e da almeno 10 anni cura con passione il settore Scuola Calcio e le squadre della categoria Pulcini. Profilo basso, uomo di poche parole ma di valore e sostanza. Tutti i "suoi" piccoli giocatori, con bandiere e striscioni al seguito, l'hanno festeggiato al rientro in campo ed insieme a tutta la tribuna a fine partita. Una festa nella festa che pareggia, si spera, i conti con la sfortuna ed aprendo per lo stesso una nuova prospettiva di rinascita sportiva che mesi fa non appariva nè certa nè scontata.

 

"Sono stati mesi difficili e faticosi" ha dichiarato a fine partita," complicato  restare ai margini quando non puoi metterti in gioco nella passione che più ami".  "Ma sono stati mesi anche di vicinanza e sostegno" prosegue Toffolo  "da parte dei compagni, del mister Bussi e della società" figure che Riccardo non ha mancato di ringraziare in più occasioni nelle interviste post-partita, segno questo di maturità e consapevolezza dell' importanza della squadra anche quando l' attenzione è tutta per lui e per la sua prodezza.

 

All' ingresso in campo l'ex presidente Stefano Susio, cronista di giornata del comunale, ha voluto con queste parole omaggiare il giocatore ": Noi ti conosciamo bene per quello che sei, un bravo giocatore, un grande uomo e soprattutto un bravo allenatore delle nostre giovanili. Bentornato Ricky!"

 

La giornata perfetta, per un ritorno da favola, che ci auguriamo tutti possa proseguire nel migliore dei modi.

 

Paolo Bonvicini