Strumenti

Pescatore sportivo muore nelle acque del Garda. Il comunicato della Guardia costiera.

 

ERANO DA POCO PASSATE LE 16:00 DI SABATO QUANDO E’ GIUNTA LA CHIAMATA ALLA SALA OPERATIVA DELLA GUARDIA COSTIERA DEL LAGO DI GARDA, NELLA QUALE LA MOGLIE DEL SIG. S.M. DI ANNI 41 RESIDENTE NELLA PROVINCIA DI BERGAMO SEGNALAVA LA MANCATA RIEMERSIONE DEL MARITO CHE SI ERA DA POCO IMMERSO IN APNEA PER EFFETTUARE UNA BATTUTA DI PESCA SPORTIVA, NELLE ACQUE ANTISTANTI IL LITORALE DI TOSCOLANO MADERNO.

VISTA LA SITUAZIONE LA SALA OPERATIVA U.C.G. DELLA GUARDIA COSTIERA DI SALO’ CHE COORDINA LE RICERCHE DI SUPERFICIE SUL LAGO DI GARDA, INVIAVA IN ZONA IL “GC 058 A” E RICHIEDEVA CONTESTUALMENTE L’INTERVENTO DEI SOMMOZZATORI DEI VIGILI DEL FUOCO DI BRESCIA E TRAMITE LA PREFETTURA, L’ATTIVAZIONE DEI SOMMOZZATORI DEI VOLONTARI DEL GARDA.

IN ZONA VENIVA DIROTTATA ANCHE UNA SECONDA MOTOVEDETTA DELLA GUARDIA COSTIERA, CHE, UNA VOLTA GIUNTA IN AREA, PROVVEDEVA A TRASFERIRE SIA LA MOGLIE DEL MALCAPITATO CHE I TRE FIGLI PRESSO IL CAMPING DI MANERBA DA DOVE ERANO PARTITI.

INTORNO ALLE ORE 17:30 I SOMMOZZATORI DEI VOLONTARI DEL GARDA TROVAVANO IL CORPO SENZA VITA DELL’ESPERTO APNEISTA SU UN FONDALE DI 23 METRI VICINO ALLA COSTA E UNA VOLTA RECUPERATO A BORDO LO TRASFERIVANO SCORTATI DAL “GC 058 A” PRESSO IL PORTO DI BARBARANO DEL COMUNE DI SALO’, OVE INTERVENIVANO ANCHE I VIGILI DEL FUOCO.

LA SALA OPERATIVA DELLA GUARDIA COSTIERA RICHIEDEVA AL 118 L’INVIO DI UN’AUTOMEDICA, CHE GIUNTA IN PORTO CONSTATAVA IL DECESSO DEL PESCATORE SPORTIVO.

LA SALMA E’ STATA POI TRASFERITA PRESSO L’OBITORIO DELL’OSPEDALE DI BRESCIA, OVE IERI MATTINA SONO STATI ESCLUSI TRAUMI CHE POTESSERO RICONDURRE AD URTI, OVVERO ALTRO, IL CHE FA PRESUMERE AD UN MALORE IN FASE DI APNEA.